Il Portogallo continentale e Malta consentiranno l'accesso solo ai viaggiatori britannici vaccinati

0 299

Il Portogallo continentale e Malta consentiranno l'accesso solo ai viaggiatori britannici vaccinati, senza restrizioni di quarantena, tra i timori per la variante delta del coronavirus. L'inasprimento delle restrizioni da parte di Malta è arrivato solo il giorno dopo l'isola del Mediterraneo è stata aggiunta alla lista verde del Regno Unito per viaggi internazionali.



Pertanto, coloro che si recheranno a Malta, a partire dal 30 giugno, dovranno autoisolarsi per un periodo di 14 giorni se non possono dimostrare di aver ricevuto entrambe le dosi di un vaccino contro il coronavirus. Le stesse restrizioni si applicheranno ai viaggi dal Regno Unito al Portogallo continentale, ha confermato il ministero degli Esteri in un consiglio di viaggio aggiornato. Il Portogallo continentale ha raggiunto la lista gialla del Regno Unito dopo essere stato retrocesso dalla lista verde l'8 giugno.

Il Portogallo continentale e Malta consentiranno l'accesso solo ai viaggiatori britannici vaccinati.

Tuttavia, i britannici che hanno ricevuto entrambe le dosi di un vaccino almeno 15 giorni prima del viaggio saranno esentati dal presentare un test PCR all'ingresso dell'isola portoghese di Madeira, che sarà nella lista verde dal 31 giugno, insieme al Isole Baleari e Isole dei Caraibi, come Barbados.

Le modifiche aggiungono ulteriore confusione alle regole per viaggiare all'estero prima della stagione estiva. Alcune restrizioni sono imposte per costringere i turisti britannici alla quarantena quando viaggiano in qualsiasi parte dell'UE. Il presidente francese Emmanuel Macron e il cancelliere tedesco Angela Merkel hanno cercato di persuadere gli Stati membri dell'UE a imporre una regola europea di quarantena alle persone che volano in Europa dal Regno Unito.

Spagna e Grecia hanno respinto l'idea di introdurre un divieto generale per i turisti dal Regno Unito, data la loro dipendenza dai turisti britannici. Il primo ministro greco Kyraikos Mitsotakis ha detto che "Per quanto riguarda la variante delta, non dovremmo adottare una logica di nuove restrizioni, ma, al contrario, accelerare le vaccinazioni".

Spagna e Grecia hanno respinto l'idea di introdurre un divieto generale per i turisti dal Regno Unito.

In un aggiornamento, Tui ha confermato che opererà voli verso destinazioni come Antigua, Ibiza, Maiorca, Minorca, Barbados, Grenada, Madeira, Malta, Islanda, Gibilterra e Jersey. Il più grande operatore del Regno Unito continua a servire destinazioni autorizzate - Corfù, Creta, Cuba, Fuerteventura, Gran Canaria, Lanzarote, Kos, Portogallo, Rodi, Santa Lucia, Tenerife e Zante - dove le frontiere sono aperte, tenendo conto dei consigli degli esteri , Commonwealth e Ufficio per lo sviluppo.

"Stiamo continuamente rivedendo il nostro programma delle vacanze e le cancellazioni in conformità con gli aggiornamenti del governo ogni tre settimane, con il prossimo aggiornamento il 15 luglio. Non opereremo voli verso destinazioni che richiederanno la quarantena all'arrivo, a meno che la quarantena non possa essere evitata se viene eseguito un test PCR o verso destinazioni nella lista rossa".

Nel frattempo, anche il nuovo Segretario alla Salute, Sajid Javid, dirà ai parlamentari quando verranno revocate tutte le restrizioni ancora in vigore in Inghilterra. Il primo ministro Boris Johnson ha affermato che le misure sarebbero state valide fino al 19 luglio, ma ha promesso una revisione dei dati per vedere se la rimozione delle restrizioni potesse essere effettuata due settimane prima, il 5 luglio.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.