La Spagna manterrà le sue restrizioni all'ingresso anche a Natale. La Romania è nella lista dei paesi a rischio COVID-19!

0 541

Nonostante l'avvicinarsi del Natale, la Spagna continuerà a mantenere le regole di entrata in vigore. L'ultimo aggiornamento mostra che il paese continuerà a mantenere restrizioni all'ingresso nei confronti della maggior parte dei viaggiatori.



Secondo i nuovi aggiornamenti della categoria del paese, che entrano in vigore oggi, 13 dicembre, la Spagna continuerà a richiedere ai viaggiatori provenienti da aree ad alto e ad alto rischio di rispettare rigide restrizioni all'ingresso.

La Spagna attualmente consente a tutti i passeggeri di entrare completamente vaccinato, compresi quelli in un paese nell'elenco dei rischi, senza imporre ulteriori misure di ingresso.

L'elenco dei paesi a rischio di COVID-19 continua a includere paesi e regioni: Austria, Belgio, Bulgaria, Repubblica Ceca, Cipro, Croazia, Danimarca, Germania, Slovenia, Estonia, Finlandia, Grecia, Ungheria, Irlanda, Islanda, Italia, Slovacchia. , Lettonia, Liechtenstein, Lituania, Lussemburgo, Malta, Norvegia, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Romania e Svezia.

Significa che tutti i viaggiatori di tutti i paesi UE/Schengen sopra menzionati possono viaggiare in Spagna purché soddisfino tutte le regole di ingresso. Le persone che arrivano in Spagna da uno di questi 28 paesi possono entrare purché abbiano un certificato di vaccinazione valido indicando che il titolare è stato completamente immunizzato contro il virus con uno dei vaccini riconosciuti dalla Spagna.

Anche i titolari di un certificato di recupero possono entrare in Spagna secondo le regole previste, a condizione che il certificato non sia più vecchio di 180 giorni.

Le persone che non sono state vaccinate e che non sono state infettate dal nuovo coronavirus dovrebbero risultare negative alla PCR o al test dell'antigene.

Il test PCR non deve essere più vecchio di 72 ore prima dell'ingresso in Spagna, mentre il test rapido dell'antigene non deve essere più vecchio di 48 ore all'arrivo.

"I bambini di età inferiore ai 12 anni non sono tenuti a presentare tali certificati o documenti giustificativi". , hanno sottolineato le autorità spagnole.

leggi: Le nuove regole per l'applicazione della misura di quarantena all'ingresso in Romania - nella lingua di tutti!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.