9 dei luoghi più interessanti e belli della Turchia.

0 1.028

Aereo in ritardo? Il volo è stato cancellato? >>Richiedi un risarcimento ora<< per il volo
ritardato o annullato! Puoi ottenere fino a 600€!

La Turchia è uno dei paesi preferiti dai turisti rumeni. La maggior parte di loro sceglie di viaggiare in uno dei le bellissime località di Antalya, Tacchino. Ma sempre più turisti dalla Romania scelgono di scoprire Istanbul, di vivere un volo in mongolfiera in Cappadocia e di essere attratti dagli obiettivi storico-turistico in Turchia.

In questo articolo ti parleremo di 9 dei luoghi più interessanti e belli della Turchia. Ce ne sono sicuramente di più e ti invitiamo a condividere i tuoi commenti preferiti in un commento. Ti invitiamo a leggere.

Hagia Sofia

Istanbul è una città unica, situata su 2 continenti, che offre soddisfazioni anche al turista più curioso. Istanbul, storicamente conosciuta come Bisanzio e Costantinopoli, è la città più grande della Turchia e il centro economico, culturale e storico del paese. La città si trova sullo stretto del Bosforo e si trova sia in Europa che in Asia, con una popolazione di oltre 15 milioni di abitanti, che rappresentano il 19% della popolazione della Turchia. Istanbul è la città più popolosa d'Europa e la quindicesima città più grande del mondo.

Hagia Sofia

È a Istanbul Hagia Sofia, uno degli edifici più imponenti del mondo, la chiesa trasformata in moschea, dove il miscuglio di elementi bizantini e orientali è davvero incantevole. Hagia Sophia, ufficialmente la Sacra Grande Moschea di Hagia Sophia e precedentemente la Chiesa di Hagia Sophia, è un luogo di culto, progettato dai geometri greci Isidoro di Mileto e Antemio di Tralles.

Costruita nel 537 per essere la cattedrale patriarcale della capitale imperiale di Costantinopoli, fu la più grande chiesa cristiana dell'Impero Romano d'Oriente (Impero Bizantino) e della Chiesa Ortodossa Orientale, ad eccezione dell'Impero Latino dal 1204 al 1261, quando divenne la cattedrale Città cattolica romana. Nel 1453, dopo la caduta di Costantinopoli, fu trasformata in moschea. Nel 1935, la secolare Repubblica Turca lo trasformò in un museo. Nel 2020 è stata riaperta come moschea.

Moschea del Sultano Ahmed (Moschea Blu)

Moscheea Sultan Ahmed (Moscheea Albastră)

Vicino a Hagia Sophia si trova la Moschea Nazionale della Turchia, la più grande di Istanbul, conosciuta come Moschea Blu. La Moschea del Sultano Ahmed (in turco: Sultan Ahmet Camii), conosciuta anche come Moschea Blu, è una moschea del venerdì costruita in epoca ottomana. È una moschea funzionale che attira un gran numero di turisti.

Fu costruito tra il 1609 e il 1616, durante il regno di Ahmed I. La sua Külliye contiene la tomba di Ahmed, una madrasa e un ospizio. Le piastrelle blu dipinte a mano adornano le pareti interne della moschea, e di notte la moschea è bagnata di blu, mentre le luci incorniciano le cinque cupole principali della moschea, sei minareti e otto cupole secondarie. Si trova vicino a Hagia Sophia, che era la principale moschea di Istanbul fino alla costruzione della Moschea Blu.

Cappadocia

Cappadocia

Cappadocia è un luogo famoso per il paesaggio unico offerto dalle città sotterranee, dalle chiese rupestri e dalle case scavate nella roccia. La città è anche sulla mia lista dei desideri con attrazioni turistiche del mondo che voglio che tu visiti. Cappadocia è una regione storica dell'Anatolia centrale, principalmente nelle province di Nevsehir, Kayseri, Kırşehir, Aksaray, Malatya, Sivas e Niğde in Turchia. Dalla fine del 300 a.C. il nome di Cappadocia finì per essere limitato alla provincia interna, a volte chiamata la Grande Cappadocia.

Il nome, tradizionalmente utilizzato nelle fonti cristiane nel corso della storia, continua ad essere utilizzato come concetto di turismo internazionale per definire una regione di eccezionali meraviglie naturali, caratterizzata soprattutto da cesti fatati e da un patrimonio storico e culturale unico.

Area Cappadocia è anche riconosciuto tra i turisti per i suoi famosi giri in mongolfiera. In alta stagione, centinaia di palloncini vengono sollevati da terra alla luce del sorgere del sole.

Pamukkale

Palatul Topkapi

Pamukkale o "Cotton Castle", è un'enorme roccia calcarea in cui le acque termali hanno formato piscine naturali, cascate e persino stalattiti. Sono tutti così bianchi da sembrare ghiaccio, da cui il nome È stato aggiunto come patrimonio mondiale dell'UNESCO nel 1988 insieme a Hierapolis.

La gente ha visitato la zona per migliaia di anni, per l'attrazione delle piscine termali. A metà del XX secolo, furono costruiti alberghi sulle rovine di Hierapolis, causando danni considerevoli. Quando l'area è stata dichiarata Patrimonio dell'Umanità dall'UNESCO, gli hotel sono stati demoliti e la strada è stata rimossa e sostituita con piscine artificiali. Ci sono rovine romane ben conservate e un museo. Tuttavia, le terrazze di travertino sono tutte vietate, subendo danni, erosione e inquinamento a causa del turismo.

Palazzo Topkapi 

Palazzo Topkapi è un complesso di giardini ed edifici, che sono stati la residenza principale dei sultani ottomani per quasi 400 anni. Il Palazzo Topkapi, o Serraglio, si trova nel quartiere Fatih di Istanbul.

Palazzo Topkapi

Dopo la fine dell'Impero Ottomano nel 1923, un decreto del governo del 3 aprile 1924 trasformò Topkapi in un museo. Il Ministero della Cultura e del Turismo turco ora gestisce il Museo del Palazzo Topkapi. Il complesso del palazzo ha centinaia di stanze, ma solo le più importanti sono accessibili al pubblico dal 2020, tra cui l'harem imperiale ottomano e il tesoro, chiamato Hazine, dove sono in mostra il diamante di Spoonmaker e il pugnale di Topkapi. La collezione del museo comprende abiti, armi, armature, miniature, cimeli religiosi e manoscritti ottomani. Funzionari del ministero e guardie armate dell'esercito turco sorvegliano il complesso. Il Palazzo Topkapi fa parte delle aree storiche di Istanbul, un gruppo di siti di Istanbul che l'UNESCO ha riconosciuto come patrimonio dell'umanità nel 1985.

Palazzo Dolmabahçe

Palatul Dolmabahçe

Palazzo Dolmabahçe considerata la “Versailles d'Oriente”, si trova nel quartiere Besiktas di Istanbul, sulla costa europea dello stretto del Bosforo. È stato il principale centro amministrativo dell'Impero Ottomano dal 1856 al 1887 e dal 1909 al 1922. Il palazzo Yıldız è stato utilizzato nel periodo provvisorio.

Biblioteca di Celso di Efeso

Biblioteca di Celso di Efeso

Biblioteca di Celso di Efeso è stato costruito per ospitare 12.000 papiri. L'edificio fu commissionato nel 110 d.C. dal console Gaio Giulio Aquila, come monumento funerario a suo padre, l'ex proconsole dell'Asia, Tiberio Giulio Celso Polemaeanus, e completato durante il regno di Adriano. La biblioteca è considerata una meraviglia architettonica ed è uno degli unici esempi rimasti della biblioteca nell'impero romano.

La Biblioteca di Celso era la terza biblioteca più grande del mondo romano. Celso è sepolto in una cripta sotto la biblioteca in un sarcofago di marmo decorato. L'interno misurava circa 180 metri quadrati (2.000 metri quadrati). L'interno della biblioteca e il suo contenuto furono distrutti da un incendio provocato da un terremoto o da un'invasione gotica. Rimase nascosto per secoli fino a quando la facciata fu ricostruita dagli archeologi tra il 1970 e il 1978.

Canakkale e le rovine di Troia

Canakkale și ruinele Troiei

Çanakkale è una città e porto marittimo nella provincia di Çanakkale, sulla costa meridionale dei Dardanelli, nel punto più stretto. La popolazione della città è 186.116 (stima 2014). Çanakkale è la destinazione ogni anno per un bagno organizzato sui Dardanelli a Eceabat. Çanakkale è il principale centro urbano più vicino all'antica città di Troia, che (insieme alla regione delle strade antiche) si trova nella provincia di Çanakkale. Il cavallo di legno del film Troy del 2004 è esposto sul lungomare.

Monte Nemrut 

Monte Nemrut

Il monte Nemrut o Nemrud è una montagna alta 2.134 metri (7,001 piedi) nel sud-est della Turchia, notevole per la vetta in corrispondenza della quale vengono erette numerose statue di grandi dimensioni attorno a quella che si ritiene essere una tomba reale del I secolo aC. È una delle vette più alte delle montagne del Tauro orientale. È stato aggiunto al patrimonio mondiale dell'UNESCO nel 1987.

Detto questo, stiamo aspettando i tuoi commenti con i tuoi consigli.

Foto tramite www.shutterstock.com

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.