Il Ministero del Turismo israeliano fornirà 60 euro/passeggero per le compagnie aeree che operano voli per Eilat

0 178

Il Ministero del Turismo israeliano sta invitando pubblicamente le compagnie aeree a operare voli dall'Europa all'aeroporto internazionale di Ramon il prossimo inverno. Coloro che risponderanno positivamente a questo invito riceveranno un sostegno finanziario fino a 60 euro/passeggero. Questa direttiva mira a riportare a Eilat i turisti scomparsi durante la pandemia. Gli ultimi dati sul turismo a Eilat sono relativi alla stagione invernale 2019-2020, quando è stato raggiunto il record di circa 150.000 turisti.



Eilat è una delle principali destinazioni balneari in Israele, con accesso al Mar Rosso e 14 chilometri di spiaggia. Il Ramon International Airport è stato inaugurato nel 2019, dopo un investimento di 400 milioni di dollari.

Secondo la direttiva emessa dal Ministero del Turismo israeliano, ogni compagnia aerea che opera un servizio diretto per l'aeroporto di Ramon riceverà un sussidio di 60 euro per passeggero. La compagnia aerea ha diritto a una sovvenzione per un massimo di 75 voli settimanali dallo stesso aeroporto, per il periodo dal 1 settembre 2022 fino a fine maggio 2023 (esclusi i periodi di ferie 9-16 ottobre 2022 e 5-13 aprile 2023). ). Il termine per le richieste di assistenza è il 1 settembre 2022.

La direttiva sui voli fa riferimento all'assistenza finanziaria fornita dal Ministero del Turismo israeliano per supportare le compagnie aeree e gli operatori che desiderano operare voli invernali dall'Europa a Eilat. Il resort, che fa molto affidamento sul turismo in arrivo, è stato gravemente colpito dalla pandemia. Gli ultimi dati sul turismo a Eilat sono relativi alla stagione invernale 2019-2020, quando è stato raggiunto il record di circa 150.000 turisti.

"Rilancio del turismo in Israele nei mesi invernali, în speciale în Eilat șAl Sud è un obiettivo importante del Ministero del Turismo. Noto una grande importanzață înel processo di trasformazione di Israele îin un destinoțcioè attraenteă per i tourșsai îil mondo intero, concentrandosi su quelli țăaffrontare condizioni meteorologiche sfavorevoli îNei mesi invernaliăLo ha detto il ministro del Turismo israeliano Yoel Razvozov.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.