L'aviazione commerciale europea ha sede a SAF

0 158

Questi giorni sono i Connecting Europe Days, l'evento emblematico della mobilità in Europa, che si svolge a Lione, in Francia. L'evento è organizzato da Commissione Europea in collaborazione con la Presidenza francese del Consiglio dell'Unione Europea.


L'evento è iniziato il 28 giugno con una conferenza in aeroporto Lione-Saint Exupéry a cui abbiamo anche preso parte, grazie all'invito di Wizz Air. In questa occasione, Wizz Air ha segnato l'operazione del primo volo "verde"., Lione - Bucarest, utilizzando carburante sostenibile per l'aviazione (SAF).

SAF è il carburante alternativo più pubblicizzato

Ma questo volo non era unico. Il 28 giugno ben 11 voli, operati da Air France, KLM, Easyjet, Wizz Air, Transavia, Vueling e Lufthansa, erano alimentati da questo carburante sostenibile per l'aviazione.

In questo momento, l'aviazione commerciale europea sta gettando le basi per SAF (Sustainable Aviation Fuels) per ridurre le emissioni di CO2. Ovviamente è difficile raggiungere Zero emissioni di CO2 entro il 2050, e Joel Navaron, Direttore di Aviation TotalEnergies ha fatto una battuta e ha detto: il carburante a emissioni zero è il carburante che non consumiamo.

Affinché l'aviazione riduca il più possibile le emissioni di CO2, sta andando in due direzioni. Tutti gli occhi sono puntati sui nuovi aerei e sulle nuove generazioni di aerei. Secondo i produttori, gli aeromobili all'avanguardia avranno ridotto il consumo di carburante fino al 20%, il che significa una riduzione delle emissioni di CO2 fino al 20% sul traffico equivalente.

L'altra direzione è il carburante e la ricerca di alternative. Si auspica che l'aviazione rinunci al kerosene ricavato dal petrolio e si vada maggiormente sulle varianti alternative. Il carburante per aviazione sostenibile (SAF) è il carburante più pubblicizzato. Secondo le stime, nel 2025 sarà possibile produrre 5 miliardi di litri di SAF, pari al 2% del consumo mondiale. A titolo di confronto, nel 2021 sono stati prodotti solo 125 milioni di litri di SAF, pari allo 0.1% del consumo.

Rifornimento di carburante per un aereo Wizz Air - Aeroporto di Lione (FOTO: Andreea Litescu)

"SAF è oggi la soluzione più adatta per ridurre l'impronta di carbonio delle compagnie aeree.”JOEL NAVARON, DIRETTORE TOTALENERGIES AVIATION

Il SAF utilizzato il 28 giugno proveniva da TotalEnergies, ottenuto dalla sua bioraffineria a La Mède (Bouches-du-Rhône) e dal suo stabilimento a Oudalle (Seine-Maritime). SAF è ottenuto da olio da cucina usato che viene miscelato con il 30% di combustibile fossile (tradizionale) Jet-A1. Il carburante sostenibile per l'aviazione, utilizzato il 28 giugno su voli speciali, ha consentito di ridurre di quasi il 2% le emissioni di CO27 di questi voli.

Sfortunatamente, passeranno molti mesi prima che SAF sia disponibile in un numero significativo di aeroporti. Anche la legislazione europea sta lavorando in questa direzione, con proposte di finanziamento per l'aviazione sostenibile. Al momento, il SAF è molto più costoso del carburante tradizionale e le autorità mirano a ridurre il divario di prezzo tra cherosene e SAF.

In Romania, OMV Petrom avvierà la produzione di carburante sostenibile per l'aviazione (SAF) a Petrobrazi. È possibile che da quest'anno SAF sia disponibile anche negli aeroporti rumeni. Dal punto di vista logistico, c'è ancora molta strada da fare prima che SAF sia facile da produrre, trasportare, immagazzinare e fornire.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.