Operazione Ganga: il rimpatrio di decine di migliaia di indiani dall'Ucraina!

0 351

L'India è nel bel mezzo di un enorme sforzo di salvataggio per rimpatriare decine di migliaia di cittadini bloccati in Ucraina o nei paesi vicini. Vengono utilizzati aerei di linea commerciali e aerei militari dell'aeronautica indiana.

Immediatamente dopo l'inizio della guerra in Ucraina, l'India si è concentrata sul rimpatrio di oltre 14 indiani, la maggior parte dei quali erano studenti di medicina. Questa operazione è stata chiamata "Operazione Ganga", in quell'occasione l'industria aeronautica si è riunita per sostenere questa azione su larga scala. Tutte le principali compagnie aeree nazionali e l'Air Force operano voli dall'Europa orientale per riportare a casa coloro che sono fuggiti dall'Ucraina.

Secondo alcune stime, l'Ucraina ospitava circa 20 indiani, la maggior parte dei quali giovani studenti. Quando è scoppiata la guerra, circa 000 si trovavano in Ucraina e ora sono bloccate a causa della chiusura dello spazio aereo. Ciò ha portato l'India a trovare il confine più vicino con un paese vicino e a inviare aerei per riportarli a casa da lì. In realtà, il numero di indiani in Ucraina è molto più alto

Ad oggi, 6 marzo, circa 16 indiani sono già stati evacuati da Romania, Polonia e Ungheria. A partire dal 000 febbraio sono stati operati decine di voli, anche dalla Romania, dagli aeroporti di Suceava, Iasi e Bucarest. I voli sono stati operati con aeromobili della famiglia Airbus A26 a e Boeing 320 di indiGo, Spicejet, Air India Express, ma anche con 737 Dreamliner Air India. L'aeronautica militare indiana ha utilizzato velivoli C-787 Globemasters e Ilyushin Il-17.

L'operazione proseguirà nei giorni successivi, fino all'evacuazione dell'ultimo indiano esistente in Ucraina o in uno dei paesi limitrofi. Sfortunatamente, a causa della guerra, molti cittadini indiani sono ancora tenuti prigionieri in Ucraina.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.