La Gran Bretagna vieta alle compagnie aeree russe di vendere slot negli aeroporti britannici

0 221

Il governo del Regno Unito ha imposto nuove sanzioni alle principali compagnie aeree russe, affermando che impedirà loro di vendere slot inutilizzati nei principali aeroporti britannici per un valore fino a 50 milioni di sterline.

Le restrizioni riguarderanno la compagnia statale Aeroflot, la più grande compagnia aerea russa, oltre a Ural Airlines e Rossiya Airlines.

La notizia arriva quando il segretario ai trasporti Grant Shapps assume la presidenza del Forum internazionale dei trasporti, che utilizzerà per chiedere una risposta unita all'invasione russa dell'Ucraina.

Shapps ha dichiarato: "La Gran Bretagna è stata una delle prime nazioni ad attuare sanzioni contro Putin e i suoi alleati; Ho bandito le loro navi e i loro aerei".

"Oggi il governo del Regno Unito ha imposto una forte restrizione che abbiamo già adottato nei confronti della compagnia di bandiera russa, Aeroflot, insieme a Rossiya e Ural Airlines.

"Ciò significa che non potranno utilizzare i loro slot di atterraggio negli aeroporti del Regno Unito. Le nostre azioni impediranno alla Russia di vendere gli slot e di raccogliere fino a 50 milioni di sterline".

Le precedenti sanzioni britanniche avevano precedentemente vietato alla Russia di accedere allo spazio aereo e alle acque britanniche e vietato l'esportazione di beni e tecnologia dell'aviazione.

L'annuncio del governo ha aggiunto: "Forti sanzioni economiche hanno anche un impatto a lungo termine sull'economia russa. Mentre il Cremlino è riuscito a stabilizzare il rublo, la Russia si sta ancora dirigendo verso la recessione più profonda dal crollo dell'Unione Sovietica".

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.