fbpx ACI Europe invita i governi a sostenere finanziariamente gli aeroporti europei.

ACI Europe invita i governi a sostenere finanziariamente gli aeroporti europei.

0 209
Aereo in ritardo? Il volo è stato cancellato? >>Richiedi un risarcimento ora<< per volo in ritardo o cancellato. Puoi avere diritto fino a € 600.

dopo La IATA chiede ai governi di sostenere finanziariamente la rivitalizzazione dell'aviazione globale, è stato il turno di ACI EUROPE di intervenire. Airports Council International Europe ha chiesto alla Commissione europea di adottare con urgenza un quadro di recupero dell'aviazione nell'Unione europea.

I governi europei devono fornire i finanziamenti necessari per sostenere gli aeroporti e ripristinare la connettività aerea.

Circa 200 aeroporti in Europa sono sull'orlo della bancarotta. La situazione finanziaria del settore aeroportuale europeo peggiorerà nelle prossime settimane a causa delle nuove restrizioni imposte dalle autorità.

La restrizione avrà un impatto diretto sui voli nazionali e continuerà a scoraggiare tutti i viaggi internazionali non essenziali.

Gli aeroporti hanno bisogno di aiuto finanziario

Sebbene il trasporto aereo di merci sia una soluzione finanziariamente salvavita per molte compagnie aeree, il suo impatto sugli aeroporti è marginale. La maggior parte del loro reddito è correlato e dipendente dal traffico passeggeri.

A differenza delle compagnie aeree, gli aeroporti non guadagnano entrate in anticipo perché vengono pagati solo dopo che il servizio è stato fornito e le loro strutture sono state utilizzate. Infine, a differenza delle compagnie aeree che hanno ricevuto più di 31,8 miliardi di euro di aiuti finanziari dai governi europei, il sostegno agli aeroporti è rimasto finora limitato, raggiungendo gli 840 milioni di euro.

Gli alti costi che gli aeroporti hanno, rispetto alle entrate molto basse che ottengono, porteranno solo a più licenziamenti, quindi è necessaria un'azione urgente.

È necessario un piano di ripresa dell'aviazione

La Commissione europea ha esteso il suo quadro temporaneo, consentendo agli stati dell'UE di supportare le aziende colpite dalla pandemia fino a giugno 2021. Tuttavia, non possiamo approssimare l'impatto che ciò avrà sulle compagnie aeree o sugli aeroporti.

Il quadro temporaneo dovrebbe essere prorogato fino alla fine del 2021 e dovrebbe essere integrato da un altro quadro di ripresa per il trasporto aereo, comprese le seguenti misure chiave:

  • Il risarcimento per i danni causati da pandemia dovrebbe rimanere disponibile negli aeroporti fintanto che le restrizioni ai viaggi impediscono la ripresa del traffico aereo.
  • Un quadro comune per gli stati per stabilire piani per riavviare l'aviazione. Questi schemi consentirebbero di sostenere la ripresa delle rotte aeree sospese a causa della pandemia entro il 2023.
  • L'obbligo del Servizio Pubblico di Emergenza di continuare ad aiutare fino alla fine del 2021.
  • Gli adeguamenti a breve e lungo termine delle norme del 2014 sugli "aiuti di Stato all'aviazione" consentirebbero agli aeroporti di beneficiarne

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.