Quanto è sicuro il volo aereo nel contesto della pandemia COVID-19?

Quanto è sicuro il volo aereo nel contesto della pandemia COVID-19?

0 829

Da quando la pandemia è iniziata con il nuovo coronavirus, le prime industrie gravemente colpite sono state l'aviazione e il turismo. In tutto il mondo è stata presa la decisione di limitare il più possibile il movimento delle persone. L'idea era che la diffusione di un virus potesse essere rallentata se le persone non viaggiavano.

Apparentemente questa idea era logica, alla fine si è scoperto che la diffusione della pandemia non poteva essere fermata o rallentata. Mentre l'aviazione e il turismo sono stati erosi e le perdite finanziarie ammontano a miliardi di dollari a livello globale, le persone hanno continuato a viaggiare, a spostarsi a livello di regioni, aree, contee e persino paesi. Potrebbero non aver viaggiato molto per turismo, ma c'erano altri motivi per i viaggi.

Non volavano, ma viaggiavano in auto personali, treni, minibus, autobus o altri mezzi di trasporto. Si affollavano in auto, trascorrevano ore alla dogana senza tener conto della distanza sociale. Vi ricordiamo le immagini di marzo - aprile con i confini della Romania pieni di migliaia di persone affollate attraverso filtri epidemiologici.

Perché hanno bloccato i voli, ma hanno lasciato liberi i mezzi di trasporto terrestre?

E fin dall'inizio ci siamo chiesti perché hanno bloccato i voli, ma hanno lasciato liberi i mezzi di trasporto terrestre? Una domanda che non ha ricevuto una risposta logica fino ad oggi, soprattutto perché è stato dimostrato che l'aereo è il mezzo di trasporto più sicuro durante la pandemia COVID-19. È stato dimostrato che il virus si trasmette anche se si trascorre troppo tempo con una persona infetta. In questo contesto, è più sicuro stare per decine di ore in un autobus con 50 passeggeri, senza troppe comodità o volare in aereo in 1-2-3 ore e con un po 'più di sicurezza e comodità? Tu dai la risposta!

Per quanto riguarda la sicurezza del volo, non lo diciamo, ma è dimostrato da studi, produttori di aeromobili e persino milioni di voli operati negli ultimi 3 mesi. L'OMS ha ammesso a malincuore che l'aereo è un mezzo di trasporto sicuro, ma non garantisce al 100% che il virus non possa essere trasmesso. Lo stesso si può dire di treni, autobus, automobili. Niente è sicuro al 100%. Eppure alcuni sono stati lasciati in circolazione senza misure speciali.

Durante il periodo di blocco, sono stati effettuati migliaia di voli di rimpatrio, alcuni anche da aree gravemente colpite. I passeggeri infetti sono stati trasportati insieme a persone sane e il virus non si è diffuso. A seguito di indagini epidemiologiche, è stato dimostrato che la diffusione era molto ridotta, al massimo perimetrale nell'area della persona infetta. Ma non tutte le persone sono state infettate in quel modo.

Nel 2018, i ricercatori della Emory University di Atlanta hanno condotto uno studio per mostrare se e come le persone possono essere infettate su un aereo. L'obiettivo era la facilità e la velocità con cui può diffondersi una malattia infettiva. E il risultato è stato sorprendente. "Una malattia respiratoria infettiva può diffondersi fino a 1 metro intorno a una persona infetta. Pertanto, la trasmissione è limitata al massimo ad una fila davanti e una dietro quella ammalata. "

Durante le pandemie di SARS e MERS, ci sono stati casi di passeggeri infetti sull'aereo, al di fuori dell'area del paziente. I ricercatori hanno concluso che senza le misure preventive minime alcuni passeggeri avrebbero potuto raggiungere le aree contaminate e quindi essere infettati. Ma il virus di certo non ha percorso lunghe distanze sull'aereo. Ed ecco i sistemi di filtrazione dell'aria e il modo in cui circola nell'aereo. Come ho scritto in altre occasioni, Il 99.97% dell'aria nell'aereo è filtrata e sterile. Allo stesso tempo, viene aggiornato per 3 minuti.

Airbus conferma che l'A350 cambia tutta l'aria in cabina ogni 2-3 minuti; periodi simili si registrano anche sul Boeing 787 e su altri modelli. E oltre alla filtrazione dell'aria, gli aerei dispongono di servizi igienico-sanitari, disinfezione e sterilizzazione regolari. Tanto più in questo periodo.

Inoltre, tenere presente che le barriere d'aria verticali vengono create sull'aereo. L'aria non circola nell'aereo orizzontalmente. Chiunque abbia volato su un aereo sa che ci sono dei buchi sopra la testa attraverso i quali l'aria viene spinta con forza verso il pavimento.

"L'aria scorre verticalmente. Viene soffiato sopra la testa ed evacuato sotto i piedi di ogni passeggero. Quindi un passeggero in prima fila, ad esempio, non può contaminare qualcuno nella linea 20 "Ma è abbastanza?" Questo flusso d'aria regolare, dall'alto verso il basso, può essere interrotto dai passeggeri che lasciano i sedili sulla schiena o dai membri dell'equipaggio di cabina e persino dai passeggeri che si muovono nel corridoio, cambiando così il percorso di qualsiasi particella sospesa nell'aria. Per prevenire questi disturbi, è stato limitato il più possibile i viaggi in aereo

Allo stesso tempo, durante il volo, tutti i passeggeri sono rivolti verso la direzione di viaggio, il che limita notevolmente l'interazione e gli schienali dei sedili possono svolgere il ruolo di schermi. A cui aggiungiamo le maschere obbligatorie e possiamo già dire che la percentuale di contagio è stata notevolmente ridotta.

Non è richiesto alcun posto vuoto tra i passeggeri

Gli esperti del settore dicono anche che il posto vuoto tra i passeggeri non è necessario. Sin dall'inizio della pandemia, la IATA ha affermato che non è necessaria la distanza fisica tra i passeggeri perché esistono molti altri sistemi di protezione. E il posto vuoto non ridurrebbe il rischio di contagio, ma aiuterebbe ad aumentare la tariffa del biglietto aereo. Ci sono anche virologi che non sono d'accordo con quelli citati dalla IATA. Ma solo per prevenire, a bordo degli aerei vengono prese misure di igiene e protezione aggiuntive.

L'Organizzazione internazionale dell'aviazione civile (ICAO / ICAO) - l'organismo delle Nazioni Unite responsabile dell'aviazione - ha formulato raccomandazioni esaurienti alle compagnie aeree e agli aeroporti:

  • La maschera deve essere indossata in ogni momento in aeroporto, durante il processo di verifica / imbarco / sbarco e durante il volo. Deve essere cambiato ogni 4 ore di volo.
  • I passeggeri devono viaggiare in aereo solo per andare in bagno. Idealmente, i passeggeri dovrebbero sedersi sui sedili il più a lungo possibile durante il volo.
  • Evitare le code all'imbarco / sbarco e i servizi igienici.
  • Gli aeromobili devono essere disinfettati frequentemente. E sui voli lunghi, i passeggeri dovrebbero disinfettarsi frequentemente le mani.

Se ascoltiamo gli specialisti del settore, possiamo dire che l'aereo è il mezzo di trasporto più veloce e sicuro durante la pandemia COVID-19, ma solo se i passeggeri rispettano anche tutte le regole di prevenzione che abbiamo elencato sopra. . Nessuno può garantire una protezione al 100%. Ma ogni misura presa contro la diffusione del virus contribuisce a un volo sicuro.

Spero di aver risposto alla domanda più comune tra coloro che vogliono volare. Se hai domande o dubbi, sentiti libero di lasciarli sotto forma di commenti su questo articolo.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.