La Cina sta valutando l'apertura dei suoi confini ai turisti stranieri

0 135

Il governo cinese ha pubblicato lunedì 19 settembre un disegno di legge volto a sviluppare il turismo e facilitare l'ingresso in Cina degli stranieri provenienti dai paesi vicini.

Secondo la bozza pubblicata dal Ministero della Cultura e del Turismo cinese, i gruppi turistici organizzati dalle agenzie di viaggio potranno viaggiare nelle regioni di confine della Cina. Allo stesso tempo, si presume che i turisti potranno determinare i propri punti di ingresso e di uscita, ovvero si può presumere che sarà possibile attraversare il confine in luoghi diversi. I dettagli su quando questo progetto entrerà in vigore e l'elenco dei paesi ammessi non sono ancora stati resi pubblici.

La Cina ha chiuso i suoi confini ai turisti stranieri proprio all'inizio del 2020, quando la pandemia di COVID-19 era agli albori. Pochi hanno potuto “viaggiare” in Cina negli ultimi due anni, forse solo quelli con visti speciali validi.

Quest'estate, il governo cinese ha notevolmente inasprito le sue restrizioni di controllo del COVID-19 per limitare la diffusione del ceppo Omicron. A settembre sono state introdotte quarantene totali o parziali in molte aree metropolitane.

Quindi, secondo la nuova bozza, i turisti stranieri potranno visitare i siti turistici di confine della Cina, ma solo come parte di gruppi organizzati dalle agenzie di viaggio.

Tuttavia, non è specificato se i turisti dovranno ancora rispettare i requisiti dell'attuale quarantena cinese: una settimana di isolamento in hotel e tre giorni di autocontrollo a casa.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.