Contare le carte al casinò? Come funziona?

13

Conteggio delle carte del casinò come Casinò online Winboss, soprattutto nel gioco del blackjack, è una tecnica mediante la quale i giocatori mirano a determinare la proporzione tra le carte di alto valore (come i dieci e gli assi) e le carte di basso valore (come 2-6) che rimangono nel mazzo. L'idea alla base di questa tecnica è che quando il mazzo ha una percentuale maggiore di carte di alto valore, il giocatore ha una maggiore probabilità di ottenere un blackjack (21 punti dalle prime due carte) e il banco ha una maggiore probabilità di "annegare". (cioè superare 21 punti).

Piccola storia di questo metodo

Il conteggio delle carte nel blackjack, un metodo diventato famoso per ottenere un vantaggio rispetto al casinò, ha una storia affascinante, che intreccia la matematica con storie di arguzia e ingegnosità. Questa tecnica si è evoluta con lo sviluppo della teoria della probabilità e della conoscenza del gioco d'azzardo, diventando nel tempo più sofisticata e conosciuta.

Il conteggio delle carte iniziò ad attirare l'attenzione negli anni '1950, ma le sue radici risalgono agli inizi della teoria della probabilità nel XVII secolo. Il Blackjack, originariamente conosciuto come "vingt-et-un" (21 in francese), era un gioco popolare in Francia e Spagna e arrivò nel Nord America con i coloni europei. Tuttavia, fu solo nel XX secolo, con lo sviluppo della matematica moderna, che iniziarono ad apparire metodi sistematici per "vincere" il gioco.

Il punto di svolta nella storia del conteggio dei libri è stata la pubblicazione dell'opera "Batti il ​​mazziere" di Edward O. Thorp nel 1962. Thorp, matematico e professore al MIT, è considerato il padre del moderno conteggio dei libri. Utilizzò i primi computer per modellare e analizzare il gioco del blackjack, sviluppando il primo sistema di conteggio delle carte basato su solidi principi matematici, noto come "Ten Count System". Il suo libro fornì la prima prova scientifica che il gioco del blackjack poteva essere battuto con una strategia basata sulla statistica, cosa che suscitò un'ondata di interesse ed eccitazione tra i giocatori d'azzardo.

I casinò hanno iniziato a essere consapevoli di questa tecnica

Dopo la pubblicazione del lavoro di Thorp, il conteggio dei libri divenne un fenomeno. I casinò sono venuti a conoscenza di questa tecnica e hanno implementato varie misure per contrastarla, come l’utilizzo di più mazzi o il mescolamento frequente delle carte. Allo stesso tempo, i giocatori iniziarono a sviluppare e perfezionare vari sistemi di conteggio delle carte, rendendoli più efficienti e più difficili da individuare. La comparsa di libri come "Playing Blackjack as a Business" di Lawrence Revere e "The World's Greatest Blackjack Book" di Lance Humble e Carl Cooper ha contribuito a rendere queste tecniche popolari e accessibili.

Gli anni '80 e '90 hanno portato un nuovo livello di sofisticazione nel conteggio delle carte con la formazione di squadre di blackjack. L'esempio più noto è la squadra di blackjack del MIT, oggetto del libro "Bringing Down the House" di Ben Mezrich e del film "21". Questi team hanno utilizzato una combinazione di tecniche avanzate, inclusi ruoli specializzati per i membri del team, sistemi di segnalazione complessi e grandi capitali per massimizzare l'efficienza e ridurre il rischio individuale.

I membri della squadra erano divisi in "contatori", che restavano ai tavoli bassi e contavano le carte, e "grandi giocatori", che entravano in gioco con puntate alte quando le condizioni erano favorevoli. Questo approccio di squadra ha portato un notevole successo e portato a vincite significative, ma ha anche attirato più attenzione da parte dei casinò, che hanno iniziato a utilizzare tecnologie di sorveglianza avanzate e altre misure per identificare e bloccare le squadre di contatori delle carte.

Diverse tecniche per contare le carte

La tecnica del conteggio delle carte nel blackjack è un argomento affascinante e complesso, con diversi approcci e sistemi sviluppati nel tempo. Questi sistemi variano in complessità ed efficacia e sono adattati per soddisfare le diverse condizioni di gioco e strategie del casinò.

1. Il sistema Hi-Lo (Alto-Basso).

Il sistema Hi-Lo è probabilmente il sistema di conteggio delle carte più conosciuto e utilizzato. Sviluppato da Harvey Dubner negli anni '60, è un sistema di conteggio di "livello uno", il che significa che a ogni carta viene assegnato un valore di +1, -1 o 0. Nel sistema Hi-Lo, le carte 2-6 sono + 1 , le carte 7-9 valgono 0 e le carte 10, J, Q, K, A valgono -1. Il giocatore conta mentre le carte vengono giocate e usa questo numero per stimare quando il mazzo è favorevole (numero alto e positivo) e quando non lo è (numero basso o negativo). Il vantaggio del sistema Hi-Lo è la sua semplicità ed efficienza, che lo rendono un buon sistema sia per i principianti che per i giocatori esperti.

Sistema KO (knock-out).

Il sistema KO, sviluppato da Ken Fuchs e Olaf Vancura, è una variazione del sistema Hi-Lo che non richiede la conversione del numero corrente in un "numero vero". Ciò lo rende più facile da usare, soprattutto per i giocatori alle prime armi. Nel sistema KO, le carte da 2 a 7 valgono +1, le carte 8 e 9 valgono 0 e le carte di valore alto valgono -1. La differenza fondamentale è che il sistema KO inizia con un numero "anticipo" basato sul numero di confezioni utilizzate, e il numero corrente continua ad andare sopra lo zero, eliminando la necessità di calcolare un numero reale.

Il sistema Omega II

Il sistema Omega II, creato da Bryce Carlson, è un sistema di numerazione di "livello due", il che significa che i valori assegnati alle carte sono più vari. In questo sistema, le carte 2, 3 e 7 valgono +1, le carte 4, 5 e 6 valgono +2, le carte 8 e A valgono 0, le carte 9 valgono -1 e le carte 10 e le facce valgono -2. Questo sistema è più complesso e richiede maggiore concentrazione e precisione, ma fornisce una stima più accurata della restante composizione del mazzo.

Il sistema di conteggio Zen

Il sistema Zen Count, sviluppato da Arnold Snyder, è un altro sistema di livello due che offre un buon equilibrio tra l'efficienza del sistema Hi-Lo e la precisione dei sistemi più avanzati. In Zen Count, le carte 2, 3 e 7 valgono +1, le carte 4, 5 e 6 valgono +2, le carte 8 e 9 valgono 0, 10 carte e le facce valgono -2 e gli assi valgono -1. Questo sistema è popolare perché migliora la precisione nella stima del vantaggio del giocatore, soprattutto nelle decisioni assicurative nel gioco.

Il sistema 7 Rossi

Il sistema Red 7, creato da Arnold Snyder, è un'interessante variante del sistema Hi-Lo che introduce una differenziazione tra le carte rosse e quelle di altri colori. In questo sistema, le carte 2-6 rosse e 7 valgono +1, le carte 2-6 nere valgono 0, le carte 8 e 9 valgono 0 e le carte di valore alto e gli assi valgono -1. La particolarità di questo sistema è che tiene conto del seme delle 7 carte, il che lo rende un po' più complesso, ma fornisce anche un ulteriore vantaggio in determinate situazioni di gioco. Il sistema Red 7 è apprezzato per la sua relativa semplicità e per il vantaggio aggiuntivo che offre attraverso questa differenziazione cromatica.

Il sistema principale di Canfield

Il Canfield Master System, sviluppato da Richard Canfield, è un sistema di conteggio di livello tre più avanzato. Assegna valori diversi a diverse carte, aumentando così la precisione e la complessità. In questo sistema, le carte da 3 a 7 valgono +1, le carte 2 e 8 valgono 0, 9 carte valgono -1 e le carte di valore alto e gli assi valgono -2. Essendo un sistema di livello tre, richiede più concentrazione e pratica per essere utilizzato in modo efficace, ma può fornire un vantaggio maggiore ai giocatori esperti.

Merita una prova?

La decisione di provare il conteggio delle carte da casinò implica una serie di considerazioni e valutazioni, sia dal punto di vista dell’efficienza che del rischio. Il conteggio delle carte può teoricamente dare al giocatore un vantaggio nel gioco del blackjack, ma questa pratica comporta anche sfide significative.

Vantaggi del conteggio dei libri

In teoria, il conteggio delle carte può dare al giocatore un vantaggio rispetto al banco. Tracciando il rapporto tra le carte di alto valore e le carte di basso valore rimanenti nel mazzo, un giocatore può aggiustare le puntate e le decisioni di gioco per massimizzare le possibilità di vincita.

A differenza di altri giochi da casinò che si basano strettamente sulla fortuna, il conteggio delle carte del blackjack richiede abilità matematiche, buona memoria e un rapido processo decisionale. Per alcuni giocatori, questo aggiunge una dimensione interessante e stimolante al gioco.

Se praticato in modo corretto e coerente, il conteggio delle carte può, in teoria, generare profitti a lungo termine. Ciò richiede una stretta aderenza a un sistema, disciplina e capitale sufficiente per assorbire le fluttuazioni naturali del gioco.

Gli svantaggi e i rischi del conteggio dei libri

Contare le carte richiede un'intensa concentrazione e abilità mentali avanzate. Devi essere in grado di mantenere un conteggio accurato mentre giochi velocemente, interagire con il dealer e gli altri giocatori e adattarti alle condizioni di gioco. Questo può essere molto impegnativo e non è per tutti.

Il Blackjack, anche con il conteggio delle carte, rimane un gioco di fortuna. Anche con un vantaggio statistico, ci sono periodi perdenti. I giocatori devono avere un bankroll sufficientemente ampio per resistere a queste fluttuazioni ed essere pronti a perdere denaro.

I casinò sono molto consapevoli del conteggio delle carte e utilizzano vari metodi per combatterlo. Questi includono l'uso di mazzi multipli, il frequente mescolamento delle carte, i limiti di puntata, l'osservazione dei giocatori attraverso telecamere di sorveglianza e persino il rifiuto di consentire ad alcuni giocatori di giocare. Se vieni sorpreso a contare le carte, ti potrebbe essere chiesto di lasciare il casinò e addirittura bannato.

Conclusione

Il conteggio delle carte nei casinò può fornire un vantaggio teorico nel gioco del blackjack, ma comporta sfide e rischi significativi. Richiede competenze matematiche, ottima memoria, disciplina rigorosa e capitale sufficiente. I giocatori dovrebbero anche essere consapevoli delle misure adottate dai casinò per combattere questa pratica ed essere preparati alle possibili conseguenze legali o professionali.

I commenti sono chiusi.