Coronavirus: l'aria nell'aria viene filtrata, purificata e sterile al 99.97%

1 2.150

Dato che siamo nel mezzo di una pandemia di coronavirus, molti lettori e amici ci hanno chiesto quanto sia sicuro volare con l'aereo nel contesto attuale e cosa succede all'aria nell'aereo. Gli specialisti stanno solo scoprendo il nuovo COVID-19 ed è difficile dire esattamente quanto tempo è in aria, sugli oggetti, al tatto. Ci sono studi fatti, ma non c'è certezza.

Poiché non esiste aria sterile al 100%. Ma l'aria nell'aereo è filtrata e sterile al 99.97%. Secondo gli studi dell'Agenzia europea per la sicurezza aerea, l'aria nell'aeromobile viene cambiata ogni 2-3 minuti e i filtri che attraversa sono in grado di eliminare il coronavirus stesso.

L'aria nell'aereo viene filtrata e sterile al 99.97%

La domanda principale al giorno d'oggi, al momento dell'emergere di un virus globale, è se possiamo volare in sicurezza o se esiste un'alta probabilità di infettarci a bordo? Con voli tra la Cina e il resto del mondo, molti hanno rivolto la propria attenzione alla cabina dell'aeromobile, in particolare all'aria che i passeggeri respirano, a volte anche fino a 17-18 ore (sui voli intercontinentali).

filtrazione dell'aria e purificazione dell'aria

La IATA, l'associazione internazionale che riunisce oltre 300 compagnie aeree da tutto il mondo, conferma che in effetti l'aria a bordo è molto pulita. c'è due studi EASA del 2017. Questi documenti affermano che l'aria nella cabina è qualitativamente simile o addirittura migliore di quella normalmente presente negli ambienti interni, come uffici, scuole e case.

Il sistema aeronautico è progettato per far circolare l'aria, il 50% viene prelevato dall'esterno e il 50% viene filtrato internamente. In alcuni casi, come il Boeing 717, l'aria viene prelevata interamente dall'esterno e adattata per essere inspirata.

L'aria nell'aereo è sterile al 99.97%. Gli aeromobili, in particolare l'ultima generazione, hanno filtri efficienti e moderni, chiamati HEPA (aria particellare ad alta efficienza). Questi sono identici a quelli degli ospedali e quindi riescono a catturare e bloccare fino al 99,97% dei microbi - batteri e virus - presenti (stime IATA). Compresi gli aeromobili Airbus A320 e Wizz Air Boeing 737 Blue Air con filtro HEPA.

Una percentuale che alcune compagnie confermano a bordo del loro aereo ammonta al 99,999%, fermando così piccoli virus di diametro pari a 0,01 micron, mentre la dimensione del coronavirus è compresa tra 0,08 e 0,16 micron.

Pulizia e igienizzazione degli aeromobili

È importante capire che i filtri dell'aria negli aerei sono in grado di trattare particelle molto piccole. È sbagliato supporre che gli aeroplani siano un luogo in cui i virus si diffondono liberamente e senza restrizioni.

Allo stesso tempo, l'aria nell'aereo viene rinfrescata ogni 2-3 minuti in modo che i passeggeri possano respirare costantemente aria fresca, filtrata e sterile. Airbus conferma che l'A350 cambia tutta l'aria nella cabina ogni 2-3 minuti; Periodi simili sono registrati anche sul Boeing 787. E oltre alla filtrazione dell'aria, gli aerei hanno igiene, disinfezionee e sterilizzazione periodica. Tanto più in questo periodo.

La cabina di pilotaggio è uno spazio chiuso in cui vi è uno stretto contatto con altri passeggeri. Quasi tutti sono stranieri e la loro storia è ovviamente sconosciuta. Pertanto, anche il minimo starnuto o tosse preoccupa tutti intorno. Abbiamo anche un esempio concreto in Romania. Un aereo TAROM ha annullato il decollo dopo un passeggero ha iniziato a tossire. È naturale prevenire, non c'è niente da condannare.

Ma l'aereo stesso non diffonde virus e batteri. L'aria nell'aereo non trasmette la malattia da un passeggero all'altro su lunghe distanze. Ovviamente, un passeggero, che ha una malattia contagiosa, può infettare diversi passeggeri attorno a lui, uno stretto perimetro. Oppure dipende da chi vieni in contatto durante il viaggio.

In conclusione, nessuno può garantire il 100%!

INFO: www.aerotime.aero

Commento 1
  1. Napau Ioan dice

    Quando pensi che i voli da Liverpool a Cluj Napoca riprenderanno?

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.