Dal 1 settembre, i rumeni sono obbligati a presentare il certificato digitale UE COVID-19 all'ingresso in Bulgaria

0 1.054

Il Ministero degli Affari Esteri afferma che le autorità bulgare hanno rivisto le condizioni per l'ingresso nella Repubblica di Bulgaria nel contesto della pandemia di COVID-19. Le nuove misure si applicano a partire dal 1° settembre 2021.



Secondo le nuove disposizioni, i cittadini rumeni che viaggiano dalla Romania (mantenuti nella zona verde) possono entrare nella Repubblica di Bulgaria a condizione di presentare, oltre ai documenti di viaggio, uno dei seguenti documenti:

  • un certificato digitale europeo COVID-19 attestante la vaccinazione o un documento simile contenente gli stessi dati del certificato digitale europeo COVID-19;
  • un certificato digitale europeo COVID-19 che attesti la cura o un documento simile contenente gli stessi dati del certificato digitale europeo COVID-19;
  • un certificato digitale europeo COVID-19 che certifichi il test o un documento simile contenente gli stessi dati del certificato digitale europeo COVID-19.

Tra le categorie di persone esentate dall'obbligo di presentare documenti COVID-19 all'ingresso nella Repubblica di Bulgaria vi sono le persone in transito nel territorio della Repubblica di Bulgaria, a condizione che sia garantito il congedo immediato dal territorio di tale Stato, nonché i minori fino a 12 anni anni.

Te lo ricordiamo La Bulgaria è entrata nella lista gialla della Romania, dal 29 agosto, e vengono applicate nuove restrizioni al rientro nel Paese. Guarda come puoi evitare la quarantena!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.