La Francia inasprisce le regole COVID anche per i turisti

0 625

Le autorità francesi hanno annunciato che i cittadini del Paese, così come gli stranieri, sono ora soggetti a norme più severe sul coronavirus.



Le autorità hanno rivelato che dal 15 gennaio saranno inasprite le norme sull'accesso a tutti i tipi di servizi, inclusi ristoranti, musei, teatri, attività sportive e strutture ricettive, tra gli altri. Le autorità francesi hanno annunciato che tutti quelli di età superiore ai 18 anni dovrebbero ricevere la dose di richiamo affinché il certificato di vaccinazione rimanga valido.

Il requisito della dose di richiamo si applicherà a tutte le persone che hanno completato la vaccinazione più di sette mesi fa. Quindi, secondo le nuove regole, significa che tutti coloro che hanno ricevuto l'ultima dose di vaccino più di sette mesi fa, ma non hanno ancora ricevuto la dose di richiamo, saranno considerati non vaccinati.

Dato che l'accesso alla maggior parte dei luoghi è consentito solo a coloro che sono completamente vaccinati contro la malattia COVID-19, si scopre che coloro che non hanno una dose di richiamo non avranno più accesso. Sono esentati da questa regola i ragazzi di età compresa tra i 12 e i 18 anni. Il loro vaccino a due dosi rimarrà valido. Tuttavia, i bambini di età inferiore ai 12 anni non devono ricevere alcuna dose di vaccino.

La misura si applica anche ai turisti e viaggiatori stranieri. "Per entrare nel territorio francese, il certificato COVID è obbligatorio per tutti i 12 anni e due mesi", è mostrato nella dichiarazione del governo francese.

Oltre all'obbligo di vaccinazione, i viaggiatori di età superiore ai 12 anni devono anche avere un test PCR negativo o un test antigenico rapido, eseguiti rispettivamente 48 o 24 ore prima del viaggio. Il tempo è calcolato dalla raccolta del campione.

Tuttavia, è stato spiegato che l'obbligo del test pre-ingresso non si applica ai viaggiatori che arrivano in Francia da uno Stato membro dell'Unione europea o da un paese Schengen. Tuttavia, tutti devono rispettare le norme nazionali in Francia, inclusa la presentazione dei certificati di vaccinazione quando si frequentano luoghi diversi e partecipano a varie attività.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.