La Germania impone restrizioni più severe per 7 paesi terzi

0 453

La Germania ha deciso di imporre restrizioni più severe ad altri sette paesi, dopo che il tedesco Robert Koch Institute (RKI) li ha aggiunti all'elenco dei paesi ad alto rischio epidemiologico.

Il 3 agosto RKI - che è un'agenzia subordinata al Ministero federale della sanità, responsabile del controllo e della prevenzione delle malattie - ha pubblicato il nuovo elenco di paesi e territori considerati aree ad alto rischio dalle autorità tedesche. Pertanto, i sette paesi che sono entrati nell'elenco sono: Albania, Azerbaigian, Guatemala, Giappone, Palestina, Serbia e Sri Lanka.

L'elenco delle aree ad alto rischio epidemiologico è stato ampliato con i sette paesi, dopo aver segnato un aumento del numero di casi COVID-19 nelle ultime settimane. La decisione, entrata in vigore il 5 settembre, obbliga tutti i visitatori di questi paesi che possono entrare in Germania e che hanno più di 12 anni a presentare un certificato attestante che sono stati vaccinati, che sono passati attraverso la malattia. o che hanno sono risultati negativi. Sono inoltre tenuti a registrarsi presso einreiseanmeldung.de prima di arrivare in Germania e avere una prova di registrazione con loro quando si entra in territorio tedesco.

I passeggeri in aree ad alto rischio possono entrare in Germania se sono completamente vaccinati con uno dei vaccini accettati dalle autorità tedesche come prova valida di immunità.

Il 24 agosto, RKI ha aggiunto le isole greche di Creta e Tinos nell'elenco delle aree ad alto rischio epidemiologico. Nell'ultimo mese, altri paesi come Thailandia, Macedonia del Nord, Marocco şi Montenegro anche loro sono entrati a far parte di questa lista.

Attualmente, i viaggiatori non vaccinati possono entrare in Germania solo dai seguenti paesi terzi: Armenia, Australia, Bosnia ed Erzegovina, Brunei Darussalam, Canada, Hong Kong, Giordania, Macao, Moldavia, Nuova Zelanda, Qatar, Arabia Saudita, Singapore, Corea del Sud, Taiwan e Ucraina.

La Germania è attualmente tra i paesi dell'UE con i più alti tassi di COVID-19, insieme a Spagna, Francia, Portogallo, Grecia, Irlanda, Lituania e Lettonia. I dati dell'Organizzazione mondiale della sanità mostrano che la Germania ha segnalato oltre 73.000 nuovi casi negli ultimi 7 giorni ogni 100 residenti.

In Germania, dal 3 gennaio 2020 al 7 settembre 2021, sono stati segnalati all'OMS 4.010.390 casi confermati di COVID-19 e 92.354 decessi. Al 2 settembre 2021 erano state somministrate un totale di 102.437.852 milioni di dosi di vaccino.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.