L'Irlanda prevede di revocare le restrizioni di viaggio per gli immunizzati

0 241

I viaggiatori completamente vaccinati contro il coronavirus, così come quelli con un test PCR negativo per COVID-19, potrebbero essere idonei a entrare in Irlanda a metà luglio, secondo fonti governative coinvolte.

Le procedure di certificazione digitale COVID dell'Unione europea sono quasi complete nell'UE. Inoltre, il Comitato dei rappresentanti permanenti del Consiglio europeo (Coreper) ha sostenuto all'unanimità l'accordo precedentemente raggiunto tra il Consiglio e il Parlamento europeo il 20 maggio.

I leader degli Stati membri dell'Unione europea dovrebbero approvare il piano, che entrerà in vigore il 1 ° luglio, al vertice di Bruxelles. Tuttavia, gli Stati membri avranno sei settimane per lanciare l'applicazione.

L'Irlanda prevede di revocare le restrizioni di viaggio per gli immunizzati, a partire da metà luglio.

È probabile che le autorità irlandesi lo implementeranno entro metà luglio, il che significa che i turisti - che otterranno tale certificato - potranno visitare l'Irlanda solo senza metà luglio senza restrizioni. Le autorità monitoreranno le condizioni di ingresso e valuteranno il tasso di infezioni e il tasso di vaccinazione prima di attuare questo programma.

L'Unione europea presenterà un sistema che consentirà agli Stati membri di controllare i documenti gli uni degli altri a partire dal prossimo mese. Tuttavia, i paesi dovranno predisporre le strutture per il rilascio gratuito dei certificati ai residenti.

Ad oggi, l'Irlanda ha segnalato oltre 259.050 casi di infezione e 4.941 decessi. Secondo le statistiche fornite da Worldometers, oltre 241.263 persone sono completamente guarite dalla malattia in Irlanda, mentre ci sono un totale di 12.846 casi attivi. Sebbene il numero di infezioni da COVID-19 continui ad aumentare in molti altri paesi, il governo irlandese cerca costantemente di trovare modi sicuri per aiutare il settore turistico del paese a riprendersi.

Mercoledì 26 maggio 2021, secondo il calendario fissato a livello europeo, e La Romania ha eseguito i test interconnessione al gateway dell'UE centralizzando e gestendo le chiavi pubbliche degli Stati membri necessarie per verificare le firme digitali per il lancio Certificato digitale UE Covid. Il test è stato effettuato congiuntamente alla Lettonia.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.