I Paesi Bassi hanno revocato le restrizioni di viaggio per diversi paesi europei e 7 paesi terzi

0 1.234

Il governo olandese ha deciso di consentire l'ingresso nei Paesi Bassi ai residenti di diversi paesi che sono attualmente considerati "paesi sicuri" a causa del basso numero di casi COVID-19 registrati nel loro territorio nell'ultima settimana. Dal 15 maggio, i cittadini di cinque paesi europei - Finlandia, Islanda, Irlanda, Malta e Portogallo - potranno entrare nei Paesi Bassi per turismo, insieme ai residenti della regione del Mar Egeo settentrionale della Grecia e delle Isole Baleari spagnole.

Allo stesso tempo, I viaggi non essenziali erano consentiti per gli arrivi dai seguenti sette paesi terzi: Australia, Israele, Nuova Zelanda, Ruanda, Singapore, Corea del Sud e Thailandia. Gli arrivi dalla Cina continentale, Hong Kong e Macao saranno consentiti non appena la Cina revocherà le restrizioni all'ingresso per i viaggi in Europa.

I viaggiatori in arrivo nei Paesi Bassi da uno dei paesi sopra elencati, nonché dalle Isole dei Caraibi - che è sotto l'autorità del Regno dei Paesi Bassi - Aruba, Curaçao, St Maarten, Saba e St Eustatius, non saranno tenuti a presentano un risultato negativo di un test PCR e non dovranno nemmeno essere messi in quarantena.

I Paesi Bassi hanno revocato le restrizioni di viaggio per diversi paesi dell'Unione europea e dell'area Schengen, ma anche per sette paesi terzi.

"Se vieni da un paese in cui il rischio di contrarre COVID-19 è basso (un paese sicuro), non dovresti avere un risultato negativo del test PCR quando viaggi nei Paesi Bassi. Inoltre, non ti sarà richiesto di isolarti quando entri nel territorio dei Paesi Bassi "., osserva le autorità olandesi in un avviso pubblicato.

Allo stesso tempo, il governo ha deciso di consentire gli arrivi da paesi al di fuori della lista verde, che devono recarsi nei Paesi Bassi per motivi critici, come malattia, morte o nascita di un parente. Attualmente, i Paesi Bassi hanno interrotto tutti i viaggi da / per l'India, il Sudafrica e i paesi dell'America centrale e meridionale a causa delle nuove e più pericolose varianti del COVID-19 diffuse in questi paesi.

Il divieto rimarrà in vigore fino al 1 giugno e include quanto segue: Argentina, Bolivia, Brasile, Cile, Colombia, Repubblica Dominicana, Ecuador, Guyana francese, Guyana, India, Panama, Paraguay, Perù, Sud Africa, Suriname, Uruguay, Venezuela .

I Paesi Bassi hanno imposto rigide restrizioni all'ingresso nel paese da quando nuove varianti del virus COVID-19 hanno iniziato a diffondersi in tutto il mondo.

A causa di queste restrizioni, il settore turistico ha sofferto di più. Molti hanno invitato le autorità ad allentare ulteriormente le restrizioni, mentre il Consiglio olandese per il turismo e le convenzioni (NBTC) ha presentato una proposta per creare una bolla di viaggio tra i Paesi Bassi, il Belgio e la Germania, che faciliterebbe i viaggi tra questi paesi. Tre territori se l'introduzione Passaporti vaccinali COVID-19 sarà ritardato.

I Paesi Bassi sono attualmente il 21 ° paese al mondo con il maggior numero di casi di coronavirus rilevati fino ad oggi (1.600.993). 205.658 di loro sono ancora attivi, mentre altre 17.456 persone infette hanno perso la vita a causa del virus.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.