RYANAIR rifiuta i permessi di imbarco rilasciati da KIWI.com

0 3.921

Negli ultimi anni, RYANAIR ha avuto alcune "battaglie" con tutti i tipi di siti aggregatori che vendono biglietti aerei per conto delle compagnie aeree. Era lo scandalo eDreams, ora è un nuovo scandalo, ma questa volta con KIWI.com.



Il 18 agosto, RYANAIR ha annunciato che rifiuta i permessi di imbarco rilasciati dal sito web KIWI.com. Secondo il comunicato stampa, Ryanair ha emesso oggi (18 agosto) un avvertimento ai clienti in merito ai falsi permessi di imbarco emessi da Kiwi.com per i voli Ryanair.

RYANAIR non ha autorizzato KIWI.com alla vendita di biglietti aerei

In conformità con il Regolamento UE 2015/1998, è obbligatorio per i passeggeri completare la procedura di check-in direttamente sul sito Web di Ryanair per assicurarsi di essere informati di tutti i protocolli di sicurezza e normativi necessari durante il viaggio.

Kiwi.com elude queste regole essenziali dell'aviazione emettendo le proprie carte d'imbarco NON più valide sui voli RYANAIR. A partire da oggi (18 agosto), Ryanair rifiuterà l'imbarco di qualsiasi passeggero con una carta d'imbarco emessa da Kiwi.com perché non ha rispettato i protocolli di sicurezza e protezione di Ryanair.

I clienti possono ottenere la carta d'imbarco ufficiale solo accedendo alla prenotazione direttamente sul sito Ryanair.com o tramite l'applicazione Ryanair.

Ryanair esorta i clienti a prenotare solo direttamente sul sito Web o sull'applicazione Ryanair e ad evitare di prenotare tramite agenti di terze parti come Kiwi.com, che non sono autorizzati a vendere voli Ryanair o a rilasciare permessi d'imbarco.

All'inizio di quest'anno, Ryanair ha introdotto un "sigillo verificato" per proteggere i clienti da queste agenzie di viaggio online che possono prenotare oltre il disponibile, fornire dettagli del cliente errati o falsi e quindi impedire alla compagnia aerea di comunicare direttamente con i passeggeri. In questa direzione, RYANAIR ha ottenuto una decisione del tribunale della Repubblica Ceca che richiede a KIWI.com di fornire dati reali sui passeggeri.

Se hai effettuato una prenotazione tramite Kiwi.com, RYANAIR ti invita a contattare Kiwi.com per ottenere il riferimento Ryanair necessario al fine di completare il check-in in conformità con il protocollo di sicurezza e protezione RYANAIR. Il check-in Ryanair è aperto 24 ore prima della partenza per tutti i passeggeri e 60 giorni prima della partenza per i passeggeri che hanno acquistato un posto riservato.

Come nota personale, accenno che c'è qualche scandalo tra le piattaforme di aggregazione e le compagnie aeree, anche sui voli cancellati nella pandemia. Se hai cancellato i voli e i biglietti sono stati presi tramite agenzie di viaggio o altri intermediari, la liquidazione viene effettuata tramite l'agenzia di viaggio o l'intermediario, dove non esiste una comunicazione diretta tra la compagnia aerea e il passeggero, come nel caso di KIWI. Le agenzie chiedono recuperi finanziari alla compagnia aerea per conto dei passeggeri. Se hai preso i biglietti da un'agenzia intermediaria, ma la comunicazione e tutti i documenti vengono fatti direttamente con la compagnia, allora la responsabilità è chiaramente della compagnia aerea.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.