A tutti i rumeni, bloccati a Cancun, è stato permesso di entrare in Messico.

0 2.160

A seguito della conversazione telefonica della sera del 3 febbraio 2021 del ministro degli Esteri Bogdan Aurescu con il suo omologo messicano, le autorità messicane hanno urgentemente posto rimedio alla situazione dei cittadini rumeni bloccati all'aeroporto internazionale di Cancun.



Inoltre, il ministro messicano degli Affari esteri ha inviato alla controparte rumena, a nome del governo del suo paese, rammarico per l'impatto negativo prodotto dalle azioni delle autorità messicane. 

Ai rumeni è stato concesso il diritto di entrare in Messico

Così, a tutti i cittadini rumeni bloccati in aeroporto è stato consentito l'accesso al territorio degli Stati Uniti messicanicon tranne 5 cittadini rumeni, per i quali è stato disposto il provvedimento di non ingresso, per l'esistenza di un allarme di sicurezza individuale, rientreranno nel Paese in tale giornata.

Tutti i cittadini rumeni sono stati rivalutati individualmente per quanto riguarda le condizioni di ingresso nel territorio messicano. L'incaricato d'affari presso l'ambasciata rumena negli Stati Uniti messicani era in aeroporto durante il procedimento e ha fornito assistenza ai cittadini rumeni che avevano bisogno di informazioni, supporto per fornire traduzione e guida per la compilazione dei moduli. È stato assistito anche dal console onorario della Romania a Cancun.

Gli avvisi di sicurezza devono essere gestiti individualmente

Inoltre, a seguito delle azioni intraprese soprattutto durante la conversazione telefonica del ministro Aurescu con il suo omologo messicano, quando la parte rumena ha sottolineato che gli allarmi di sicurezza generali rivolti ai cittadini rumeni sono inammissibili, le autorità messicane hanno confermato che qualsiasi sicurezza che possa ledere dei cittadini stranieri che entrano nel territorio messicano devono sempre essere individuali e qualsiasi decisione di non consentire l'accesso al territorio messicano deve essere basata su valutazioni individuali, caso per caso e non discriminatorie. Le squadre rumena e messicana manterranno uno stretto contatto nel prossimo periodo per evitare problemi simili.

Il responsabile ad interim per gli affari dell'ambasciata rumena in Messico rimarrà a Cancun nei prossimi giorni per garantire che i cittadini rumeni, che non hanno ricevuto un accordo di ingresso, lascino il territorio messicano e per rimanere in contatto con le autorità locali.

L'AMF ribadisce la raccomandazione rivolta ai cittadini rumeni di esercitare cautela

L'AMF ribadisce inoltre la raccomandazione rivolta ai cittadini rumeni di prestare attenzione alla decisione di viaggiare per turismo durante questo periodo, soprattutto nel caso di destinazioni colpite dalla pandemia COVID-19. L'MFA ricorda, in questo contesto, che le aree di Città del Messico e Cancun sono classificate come aree ad alto rischio epidemiologico nel contesto della pandemia COVID-19 (Città del Messico è considerata una zona rossa e Cancun, una zona arancione).

Te lo ricordiamo Decine di rumeni sono bloccati negli aeroporti del MessicoL'AMF si sta attivando nel caso di turisti rumeni bloccati in Messico e speriamo che la situazione torni alla normalità. E Anat sta protestando contro questa decisione delle autorità messicane.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.