Un tribunale ceco si è pronunciato a favore di KIWI.com contro RYANAIR

0 1.140

Un tribunale ceco si è pronunciato a favore della società ceca Kiwi.com contro Ryanair in una controversia sulle pratiche di Kiwi per la gestione dei dati dei passeggeri. Ryanair aveva minacciato di rifiutare le carte d'imbarco emesse da Kiwi.com, ma ciò non era giustificato, secondo il giudice della Corte costituzionale Kateřina Šimáčková.



Ryanair ha citato in giudizio Kiwi.com per la gestione dei dati personali dei passeggeri, che secondo Ryanair le avrebbe impedito di contattare i passeggeri in caso di cambio di volo. Il vettore irlandese voleva che Kiwi.com fosse costretto a condividere più dati sui passeggeri.

Tuttavia, la Corte Costituzionale ha ora ribaltato una precedente sentenza del Tribunale Regionale di Brno (e poi ha accolto il ricorso dell'Alta Corte di Olomouc), che ha ordinato a Kiwi.com di adeguare le informazioni ai termini e condizioni di Ryanair e di condividere gli indirizzi di e-mail e residenza, nonché i dettagli di pagamento dei clienti.

La Corte Costituzionale ha stabilito che la precedente sentenza era contraria alla libertà d'impresa.

Ryanair vuole che i passeggeri prenotino i biglietti solo sul sito web di Ryanair e non tramite terze parti, affermando che questo è l'unico modo per garantire ai consumatori le tariffe più basse.

Tuttavia, Kiwi.com ritiene che dovrebbero essere autorizzati a vendere i biglietti Ryanair, sia individualmente che in un viaggio composto. Usa anche la sua carta per stampare le carte d'imbarco. Ryanair ha recentemente annunciato che accetterà solo le proprie carte d'imbarco, etichettando le carte d'imbarco Kiwi come "false", ma Kiwi.com ha riferito di non essere a conoscenza del rifiuto delle sue carte d'imbarco da parte di Ryanair.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.