Gli aeroporti di Parigi si preparano agli scioperi di giugno e luglio

0 625

Aereo in ritardo? Il volo è stato cancellato? >>Richiedi un risarcimento ora<< per il volo
ritardato o annullato! Puoi ottenere fino a 600€!

Due scioperi del personale si susseguiranno negli aeroporti di Parigi CDG e Parigi Orly. Il primo sciopero avrà luogo nel fine settimana del 18-20 giugno su chiamata di CFE-CGC e CGT, e il secondo sciopero si svolgerà tra il 1 e il 5 luglio. Questi due periodi di cessazione del lavoro avvengono dopo la convocazione di tutti i sindacati in Francia: CFE-CGC, CGT, UNSA SAPAP, CFDT e FO.

I sindacati intendono protestare contro il piano di adeguamento del contratto di lavoro (PACT) che ridurrà i salari per far fronte alle conseguenze della crisi pandemica. Secondo Augustin de Romanet, amministratore delegato di Aéroports de Paris (ADP), PACT intende eliminare alcuni bonus - entro il 2023 - e i dipendenti potrebbero vedersi ridurre gli stipendi tra l'1 e il 7%.

Gli aeroporti di Parigi si preparano agli scioperi di giugno e luglio.

I sindacati, a loro volta, citano riduzioni del reddito fino a "un mese di stipendio" e una mobilità geografica limitata. Se lo sciopero non ha successo, i dipendenti rischiano di essere licenziati nell'ambito di un piano di protezione del lavoro (PSE) che viene contestato anche dai sindacati. A dicembre hanno firmato un contratto collettivo di lavoro (RCC) che ha portato a 1.150 uscite. Successivamente, più della metà di questi posti di lavoro non è stata sostituita.

"Si tratta del personale responsabile del traffico passeggeri, del traffico o della sicurezza, che ha molto da perdere in questa storia"., ha detto per AFP Rachid Eddaidj, il rappresentante del sindacato CFE-CGC. "Si tratta generalmente di personale che lavora part-time".lui spiega. "Pertanto, sono obbligati a venire al lavoro in auto e sarebbero fortemente colpiti dalla cancellazione dei benefici del trasporto".

Alla domanda di Europe 1 se questi due scioperi potrebbero causare disagi al ritorno della compagnia aerea in Francia, Augustin de Romanet ha risposto che avrebbe "Fai ogni sforzo per garantire che il traffico aereo non ne soffra".

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.