La Francia passerà al "Certificato digitale UE Covid" il 22 giugno

0 457

Aereo in ritardo? Il volo è stato cancellato? >>Richiedi un risarcimento ora<< per il volo
ritardato o annullato! Puoi ottenere fino a 600€!

Le autorità francesi hanno annunciato che aggiorneranno il certificato di vaccinazione COVID-19 in modo che possa essere sincronizzato con "Certificato digitale UE COVID", che dovrebbe essere rilasciato il 1 luglio, però alcuni paesi europei hanno già iniziato a rilasciare e ad accettare il documento. Così, il 22 giugno, la Francia passerà al "Certificato digitale UE Covid".

Secondo l'annuncio del governo francese, i nuovi certificati di vaccinazione conterranno un codice QR che funzionerà con gli strumenti di verifica utilizzati in tutti gli Stati membri dell'UE per verificare i test COVID-19 e i documenti di vaccinazione rilasciati in qualsiasi paese che fa parte dell'Unione europea.

"Tutte le persone che hanno aggiunto i certificati di vaccinazione all'applicazione francese TousAntiCovid avranno i loro certificati aggiornati automaticamente il 22 giugno"., ha sottolineato il ministro per la digitalizzazione, Cédric O. I cittadini che hanno i documenti in formato fisico dovranno entrare nel sito dell'assicurazione sanitaria francese Ameli per scaricare una nuova versione dei certificati di vaccinazione.

La Francia passerà al "Certificato digitale UE Covid" il 22 giugno.

Inoltre, le persone che non sono state completamente vaccinate possono viaggiare utilizzando i test PCR. I certificati di prova sono disponibili attraverso il sito web del governo sidep.gouv.fr, e dal 22 giugno conterranno anche i codici QR. Le autorità francesi hanno affermato che le persone che non possono accedere al sito perché non fanno parte del sistema sanitario francese dovrebbero chiedere aiuto al professionista sanitario che ha eseguito il test, al fine di fornire loro un certificato valido.

Austria, Bulgaria, Repubblica Ceca, Croazia, Estonia, Danimarca, Germania, Lettonia, Grecia, Polonia, Lituania e Spagna sono attualmente i paesi che hanno iniziato a utilizzare il certificato UE., consentendo la verifica dei documenti o dei test di vaccinazione COVID-19 ivi rilasciati in altri paesi europei. Secondo i dati rivelati dal commissario Ue alla Giustizia Didier Reynders, più di un milione di cittadini dell'UE hanno già ottenuto il passaporto UE COVID-19 dal 1 giugno.

Dall'inizio dell'epidemia, la Francia ha segnalato più di 621.270 casi di infezione da COVID-19, mentre sono morte più di 109.330 persone, secondo i dati diffusi dall'Organizzazione mondiale della sanità. Il governo francese sta cercando di trovare nuove strade per rilanciare il settore turistico prima della stagione estiva. A tal fine, dal 9 giugno, la Francia ha riaperto le frontiere ai viaggiatori vaccinati provenienti da 38 paesi e ai residenti dei 26 Stati membri dell'Unione europea.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.