Israele sta chiudendo i suoi confini a tutti gli stranieri in risposta alla nuova variante del coronavirus

0 346

Israele ha annunciato che vieterà l'ingresso a tutti gli stranieri. Così, Israele è il primo paese a chiudere completamente i suoi confini in risposta a una nuova variante del coronavirus potenzialmente più contagiosa. Ha anche annunciato che utilizzerà la tecnologia di localizzazione telefonica antiterrorismo per limitare la diffusione della variante Omicron.

Il primo ministro Naftali Bennett ha affermato che il divieto durerà 14 giorni. I funzionari sperano che durante questo periodo ci saranno maggiori informazioni sull'efficacia dei vaccini COVID-19 contro Omicron, la variante rilevata per la prima volta in Sudafrica.

Il confine sarà bloccato per 14 giorni

Gli israeliani che entrano nel Paese, compresi quelli vaccinati, saranno costretti alla quarantena, ha affermato Bennett. Il divieto entrerà in vigore a mezzanotte, tra domenica e lunedì. Venerdì è stato imposto un divieto di viaggio agli stranieri provenienti dalla maggior parte dei paesi africani.

La tecnologia di localizzazione telefonica dell'Agenzia antiterrorismo dello Shin Bet verrà utilizzata per individuare i vettori della nuova variante, per limitare la sua trasmissione ad altri, ha affermato Bennett.

La variante, che è stata rilevata anche in Belgio, Botswana, Hong Kong, Italia, Germania e Regno Unito, ha causato preoccupazione in tutto il mondo e un'ondata di restrizioni ai viaggi, sebbene gli epidemiologi affermino che tali restrizioni potrebbero essere troppo tardi per impedire a Omicron di circolare a livello globale .

Israele ha finora confermato un caso di Omicron, con sette casi sospetti. Il ministero della Salute non ha detto se la persona confermata con il nuovo ceppo fosse vaccinata. Tre dei sette casi sospetti sono stati completamente vaccinati, ha detto sabato il ministero.

Secondo il Ministero della Salute, circa il 57% dei 9,4 milioni di abitanti di Israele è completamente vaccinato. Ciò significa che hanno ricevuto una terza iniezione di vaccino Pfizer / BioNtech o non sono trascorsi cinque mesi da quando hanno ricevuto la seconda dose. Israele ha registrato 1,3 milioni di casi confermati di COVID-19 e oltre 8.000 decessi dall'inizio della pandemia.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.