La Grecia richiede test per i cittadini russi e per i viaggiatori non vaccinati provenienti da 15 paesi terzi

0 36

L'attuale direttiva sulle compagnie aeree della Grecia, che stabilisce anche le regole per l'ingresso per i viaggi da paesi terzi, rimarrà in vigore fino al 24 settembre, ha affermato l'Autorità per l'aviazione greca (CAA). Secondo la dichiarazione, i viaggiatori non vaccinati provenienti da paesi terzi non potranno entrare in Grecia.

Tuttavia, i passeggeri che viaggiano per motivi essenziali e i residenti permanenti dei seguenti paesi sono esenti dalle restrizioni, quindi possono entrare in Grecia senza restrizioni:

  • Albania
  • Andorra
  • Armenia
  • Australia
  • Azerbaijan
  • Bahrain
  • Bielorussia
  • Bosnia Erzegovina
  • Brunei
  • Canada
  • Cina
  • Taipei cinese
  • Israele
  • Giappone
  • Giordania
  • Kosovo
  • Kuwait
  • Libano
  • Moldavia
  • Monaco
  • Montenegro
  • Nuova Zelanda
  • Macedonia settentrionale
  • Qatar
  • Russia
  • San Marino
  • Arabia Saudita
  • Serbia
  • Singapore
  • Corea del Sud
  • tacchino
  • Ucraina
  • Emirati Arabi Uniti
  • Unità Regatul
  • Stati Uniti d'America
  • Vaticano

Inoltre, tutti i passeggeri che viaggiano in Grecia devono compilare il modulo di localizzazione dei passeggeri (PLF) prima di arrivare nel paese. Le autorità greche richiedono anche la presentazione di un certificato di vaccinazione, recupero o test all'arrivo per entrare nel paese senza quarantena o senza requisiti di test. I certificati medici devono essere forniti in greco, inglese, francese, tedesco, italiano, spagnolo o russo e devono essere rilasciati da un'autorità pubblica.

I titolari del certificato digitale UE COVID-19 possono entrare nel paese senza test o requisiti di quarantena.

I residenti permanenti in Russia devono presentare un test PCR negativo eseguito non più tardi di 72 ore prima del viaggio in Grecia o un massimo di 48 ore prima del viaggio per i test rapidi, indipendentemente dal loro stato di vaccinazione.

"Tutti i passeggeri internazionali effettueranno un rapido test all'arrivo, in base alla procedura prevista dal modulo di localizzazione del passeggero. Se il test rapido è positivo, verrà ripetuto immediatamente con il test PCR", spiega CAA. Se i passeggeri non vaccinati danno risultati positivi, devono autoisolarsi per dieci giorni, mentre i passeggeri vaccinati devono essere messi in quarantena per sette giorni. Inoltre, per i viaggi in quarantena, è obbligatorio eseguire un test PCR l'ultimo giorno di quarantena (settimo giorno per viaggio vaccinato, decimo giorno per viaggio non vaccinato).

Viaggia dai seguenti paesi arrivo in Grecia in aereo deve essere testato all'arrivo:

  • Albania
  • Argentina
  • Brasile
  • Bulgaria
  • Cina
  • Cuba
  • Emirati Arabi Uniti
  • Georgia
  • India
  • Libia
  • Marocco
  • Macedonia settentrionale
  • Pakistan
  • Russia
  • Emirati Arabi Uniti

Se il test rapido eseguito all'arrivo è positivo, è necessario eseguire un test PCR. Questa direttiva sulle compagnie aeree si applica solo ai passeggeri non vaccinati.

Ad oggi il Paese ha vaccinato il 69.2% della popolazione con almeno una dose di vaccino, mentre circa il 65.5% è stato completamente vaccinato.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.