La Spagna ha rimosso gli Stati Uniti dall'elenco dei paesi epidemiologicamente sicuri

0 191

A partire dal 6 settembre, ai viaggiatori americani non vaccinati è stato vietato l'ingresso in Spagna, tranne che per scopi assolutamente essenziali, in quanto sono stati rimossi dall'elenco dei paesi terzi epidemiologicamente sicuri dal Ministero spagnolo della salute, dei consumatori e della previdenza sociale. .

La decisione segue la raccomandazione del Consiglio UE di aggiungere restrizioni più drastiche ai viaggi in arrivo dagli Stati Uniti e da altri cinque paesi terzi - Israele, Kosovo, Montenegro, Macedonia del Nord e Libano - poiché anch'essi sono stati rimossi dalla lista bianca dell'UE.

Di conseguenza, i viaggiatori dagli Stati Uniti ora possono entrare in Spagna senza restrizioni solo se presentano un certificato di vaccinazione con uno dei vaccini approvati dalle autorità spagnole come prova dell'immunità per il viaggio.

I certificati devono contenere il nome e cognome del titolare, la data di vaccinazione di ciascuna dose somministrata, il tipo di vaccino, il paese di rilascio e l'identificazione dell'ente che rilascia il passaporto vaccinale.

I passeggeri negli Stati Uniti che non sono vaccinati contro il COVID-19 o la cui vaccinazione non soddisfa i criteri stabiliti dalle autorità spagnole possono entrare nel territorio spagnolo solo se appartengono a una delle seguenti categorie:

  • Residenti in UE, area Schengen, Andorra, Monaco, Vaticano (Santa Sede) o San Marino in transito verso il Paese di residenza
  • Titolari di visti per soggiorni di lunga durata nell'UE e/o nell'area Schengen che viaggiano in quel paese
  • Professionisti della salute, inclusi ricercatori sanitari e professionisti dell'assistenza agli anziani
  • Personale di trasporto, navigatori e personale aeronautico
  • Personale diplomatico e consolare
  • Personale di organizzazioni internazionali, militari, protezione civile e membri di organizzazioni umanitarie
  • Studenti delle università dell'UE, dell'Islanda, della Svizzera, del Lichtenstein e della Norvegia in possesso del permesso o del visto appropriato e dell'assicurazione sanitaria
  • Lavoratori altamente qualificati il ​​cui lavoro è essenziale e non può essere posticipato o svolto a distanza
  • Persone che viaggiano per importanti motivi familiari
  • Persone in situazione di forza maggiore o che devono entrare per motivi umanitari

I viaggiatori non vaccinati sono inoltre tenuti a presentare un certificato attestante che hanno superato il boalp o a mostrare un risultato del test COVID-19 negativo. I test PCR sono accettati se eseguiti al massimo 72 ore prima dell'arrivo in Spagna, mentre i test antigenici non devono essere più vecchi di 48 ore.

La Spagna ha anche annunciato che tutti i viaggiatori provenienti da Francia e Italia sono tenuti a presentare un certificato attestante che sono stati vaccinati, sono stati precedentemente infettati dal virus o sono risultati negativi al COVID-19. In precedenza, solo i viaggiatori provenienti da alcune regioni di questi due paesi erano soggetti a questi requisiti.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.