Aeroflot, Rossiya e S7 Airlines più altre 18 compagnie aeree russe sono state inserite nella lista nera dell'Unione Europea.

0 274

La Commissione europea ha aggiunto 21 compagnie aeree russe alla lista di controllo della sicurezza aerea dell'UE, vietando loro di operare nell'Unione europea. La commissione ha affermato che la mossa riflette "gravi problemi di sicurezza" dopo che le autorità russe hanno rilasciato il noleggio di aeromobili stranieri noleggiati senza certificati di aeronavigabilità. 



La decisione è stata presa all'unanimità dagli esperti di sicurezza aerea negli Stati membri dell'UE, avvenuta il 5 aprile 2022.

L'elenco comprende le tre principali compagnie aeree russe, ovvero la compagnia di bandiera Aeroflot, ma anche Rossiya e S7 Airlines, tra le altre. Le flotte delle tre maggiori compagnie aeree russe sono composte da aeromobili Airbus e Boeing. La maggior parte sono affittati. Le compagnie russe hanno pochi aerei nazionali, la maggior parte dei quali Sukhoi Superjet e alcuni aerei di linea Tupolev dell'era sovietica.  

In base alle sanzioni dell'UE imposte dopo l'invasione russa dell'Ucraina, i noleggiatori di aeromobili dell'UE sono stati costretti a concludere contratti con operatori russi. Secondo la società di consulenza aeronautica IBA, le compagnie russe gestiscono almeno 589 aerei sanzionati, una flotta del valore di 10 miliardi di dollari. 

Molti di questi aerei sono stati registrati alle Bermuda, che hanno sospeso i certificati di aeronavigabilità per gli aerei operati dalla Russia. La Russia ha successivamente promulgato una legge per nazionalizzare l'intera flotta di aerei stranieri, che è stata noleggiata dalle compagnie aeree russe.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.