Airbus richiede la certificazione ETOPS per gli aeromobili BelugaXL.

0 720

Airbus richiederà la certificazione ETOPS per il velivolo BelugaXL a supporto dei servizi commerciali che coinvolgono voli transatlantici a lungo raggio.

Tre sono stati costruiti Beluga XL, che si basano sul modello A330. L'ultimo velivolo BelugaXL sarà introdotto nella flotta nell'ottobre 2020. Altri tre saranno prodotti, gli ultimi due dei quali avranno un'approvazione ETOPS di 180 minuti, secondo l'ingegnere capo di BelugaXL Pascal Vialleton.

Vialleton ha svelato il piano di certificazione ETOPS durante un evento della Royal Aeronautical Society il 4 febbraio.

Vialleton ha detto che Airbus vuole che gli ultimi due aerei Beluga XL, che entreranno nella flotta nel 2022 e 2023, siano in grado di operare voli transatlantici, sottolineando la possibilità di trasportare satelliti verso le stazioni di lancio nordamericane.

Vialleton afferma anche che l'attuale flotta Beluga A300-600ST verrà gradualmente eliminata con l'arrivo del nuovo BelugaXL. La domanda per la flotta -600ST è aumentata da 6.000 ore nel 2014 a 8.600 ore nel 2017. Ma la XL offre una maggiore capacità di trasporto, con un paio di ali per l'A350 che entra nella stiva. Ogni BelugaXL opererà circa 1.000 voli e circa 1.700 ore all'anno.

Airbus deve giustificare i suoi obiettivi di progettazione di 33.000 cicli, sottolineando che ha raggiunto solo 3.200 ore al momento della certificazione.

Il sistema di aria condizionata ha dovuto essere riesaminato poiché i piloti BelugaXL hanno affrontato una differenza di temperatura nella cabina durante l'inverno. La revisione della ventilazione ha comportato il cambio del flusso d'aria in cabina, richiedendo ulteriori prove di volo.

Airbus ha anche affrontato il problema dell'usura prematura delle porte di carico laterali e principali. Le prove sono state eseguite in condizioni di vento trasversale fino a 30kt e vento in coda di 40kt.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.