Lockdown a Mykonos: la Grecia ha vietato la musica nei ristoranti e nei bar. Il viaggio verso l'isola di Mykonos è sconsigliato!

0 1.249

Aereo in ritardo? Il volo è stato cancellato? >>Richiedi un risarcimento ora<< per il volo
ritardato o annullato! Puoi ottenere fino a 600€!

A partire da sabato 17 luglio, le autorità greche hanno vietato la musica nei ristoranti/bar e sono sconsigliati i viaggi verso l'isola di Mykonos. L'isola è conosciuta per le sue feste ricche, essendo una delle più popolari isole della Grecia, attira ogni anno oltre un milione di turisti, tra cui star di Hollywood, atleti di fama mondiale e star globali.

A seguito dello scoppio di un'epidemia locale, il ministero della Protezione civile ha dichiarato che vieta la musica sull'isola, blocca i viaggi notturni tra l'01:00 e le 06:00, ad eccezione di coloro che si recano al lavoro o per motivi di salute. Le restrizioni saranno in vigore fino al 26 luglio, ha affermato Kathimerini in una nota.

La Grecia dipende dal turismo, che fornisce un quinto dell'economia del paese. Dopo il disastro del 2020, la Grecia quest'anno ha bisogno di un'ottima stagione, ma allo stesso tempo di essere in piena sicurezza e tutela della salute.

Il numero di contagi è aumentato nelle ultime settimane, costringendo il governo a vaccinare gli operatori sanitari e il personale delle case di cura. La Grecia è entrata nella lista gialla della Romania a causa dell'aumento dell'indice epidemiologico. Le autorità sono costrette a imporre nuove restrizioni a livello nazionale, compreso l'accesso a bar, club e ristoranti solo ai clienti vaccinati.

"Esortiamo i residenti, i visitatori e i professionisti della nostra bellissima isola a rispettare le misure imposte dalle autorità in modo da poter controllare e limitare rapidamente la diffusione del virus e riportare la vita alla normalità a Mykonos", ha affermato.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.