La Repubblica Ceca impone doppio test e quarantena per le persone non vaccinate che viaggiano da Stati Uniti, Israele, Libano, Kosovo, Macedonia settentrionale e Montenegro

0 225

Le autorità della Repubblica Ceca hanno annunciato che coloro che si recheranno negli Stati Uniti, Israele, Libano, Kosovo, Macedonia del Nord e Montenegro che non sono stati vaccinati o non possono presentare un certificato attestante la guarigione dal COVID-19, saranno soggetti a rigide restrizioni all'ingresso nella Repubblica ceca.



La decisione di spostare i paesi dalla lista verde alla lista rosso scuro è stata presa secondo gli ultimi dati forniti dal Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (ECDC) ed entrerà in vigore oggi, 23 agosto.

Secondo un comunicato stampa emesso dal Ministero della Salute, a partire da oggi, i viaggiatori non vaccinati e non recuperati che arrivano da uno dei paesi terzi sopra menzionati devono essere testati per COVID-19 prima di entrare nel territorio della Repubblica Ceca. Inoltre, a tutti viene chiesto di compilare un modulo all'arrivo, di isolarsi non appena entrano nel territorio della Repubblica Ceca e di fare un secondo test dopo il quinto giorno di isolamento.

Queste restrizioni non si applicheranno a coloro che sono stati vaccinati contro il COVID-19 o sono guariti dalla malattia negli ultimi sei mesi.

Inoltre, i viaggiatori non vaccinati e non recuperati che arrivano da Bulgaria, Liechtenstein, Monaco, Spagna (escluse le Isole Baleari) e Svizzera dovranno seguire le stesse regole di quelli che arrivano da un'area della lista rossa scura, poiché i quattro paesi saranno trasferiti nel lista rossa. La lista rossa include già Andorra, Belgio, Danimarca, Islanda, Irlanda, Lituania, Estonia, Francia, Grecia, San Marino, Svezia e Portogallo.

Inoltre, sono state apportate modifiche alla lista arancione, alla quale da oggi sono stati aggiunti Croazia, Lettonia, Malta, Paesi Bassi e Germania. Ciò significa che tutti coloro che arrivano da uno di questi paesi dovranno compilare un modulo all'arrivo, nonché presentare un test PCR per COVID-19 all'ingresso nel paese o effettuare un test PCR entro cinque giorni al massimo. arrivo.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.