La domanda di viaggi a luglio è diminuita del 53.1%, rispetto allo stesso periodo del 2019

0 152

L'International Air Transport Association (IATA) ha annunciato - attraverso il suo ultimo rapporto - che la domanda di viaggi internazionali è aumentata a luglio 2021, rispetto al mese precedente. Tuttavia, la domanda di viaggi è rimasta ben al di sotto dei livelli pre-pandemia.



Secondo un comunicato stampa diffuso dalla IATA il 1° settembre, la domanda totale di viaggi aerei a luglio 2021 - misurata in ricavi per chilometro per passeggero (RPK) - è diminuita del 51.3% rispetto a luglio 2019. Tuttavia, questa cifra indica un significativo in aumento rispetto ai dati registrati a giugno, quando la domanda era del 60% rispetto ai livelli registrati a giugno 2019.

"I risultati di luglio riflettono il desiderio delle persone di viaggiare durante l'estate. Il traffico nazionale è tornato all'85% dei livelli pre-crisi, ma la domanda internazionale ha recuperato poco più di un quarto dei volumi del 2019. Il problema sono le restrizioni agli spostamenti. Le decisioni del governo non sono determinate dai dati, soprattutto sull'efficacia dei vaccini»., ha affermato il direttore generale della IATA Willie Walsh.

Per quanto riguarda la domanda interna, IATA ha rivelato che le cifre sono diminuite del 15.6% rispetto allo stesso periodo del 2019, indicando un aumento rispetto al calo del 22.1% registrato a giugno 2021, rispetto a giugno 2019. Le persone vaccinate non dovrebbero ancora subire restrizioni quando viaggiare, il che significa che restrizioni meno stringenti aiuterebbero a ricollegare il mondo e a rilanciare i settori del turismo e dell'aviazione.

La domanda internazionale a luglio è stata del 73.6% inferiore ai dati registrati a luglio 2019, ma migliore del calo dell'80.9% registrato a giugno 2020.

Per quanto riguarda i mercati passeggeri internazionali, è stato rilevato che i vettori dei paesi europei hanno registrato una diminuzione del traffico internazionale del 64.2% a luglio rispetto allo stesso mese del 2019. Tuttavia, i dati si sono rivelati leggermente migliori rispetto al calo del 77%. a giugno 2021 rispetto a giugno 2019.

Allo stesso modo, le compagnie aeree della regione Asia-Pacifico hanno registrato una diminuzione del traffico internazionale del 94.2% a luglio rispetto a luglio 2019, leggermente migliore rispetto alla diminuzione del 94.7% a giugno 2021 rispetto a giugno 2019.

Per quanto riguarda la Middle Eastern Airlines, a luglio si è registrata una diminuzione della domanda del 74.5% rispetto al periodo pre-pandemia, mentre i vettori nordamericani hanno registrato una diminuzione della domanda del 62.1%.

La IATA ha invitato i paesi di tutto il mondo ad adottare lo schema del certificato digitale dell'UE COVID-19 come standard per i certificati di vaccinazione, al fine di facilitare i viaggi sicuri. Anche la IATA ha criticato la decisione dell'UE di rimuovere gli Stati Uniti dall'elenco dei paesi epidemiologicamente sicuri, affermando che almeno i viaggiatori statunitensi vaccinati dovrebbero poter entrare nell'UE senza restrizioni.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.