L'aeroporto internazionale Henri Coandă è tornato a circa il 40% del traffico aereo registrato nel 2019

0 271

Aereo in ritardo? Il volo è stato cancellato? >>Richiedi un risarcimento ora<< per il volo
ritardato o annullato! Puoi ottenere fino a 600€!

Lentamente, il traffico aereo si sta riprendendo dopo l'anno della pandemia del 2020, quando l'aviazione è stata bloccata a causa delle restrizioni di viaggio. Nelle ultime settimane, l'aeroporto internazionale Henri Coanda ha iniziato a registrare più di 15000 passeggeri al giorno, il che significa circa il 40% del traffico aereo registrato nel 2019.

"Dalla scorsa settimana, abbiamo iniziato a gestire circa 15.000-17.000 passeggeri al giorno, a differenza di febbraio, quando ne stavamo elaborando 3.000. Abbiamo già un forte aumento di traffico nelle fasce orarie mattutine, in genere, quando partono quasi tutte le gare. Al momento, siamo a circa il 40% di quello che operiamo nel 2019", ha affermato il direttore generale della Compagnia degli aeroporti nazionali di Bucarest, Cosmin Peşteşan, citato da Agerpres.

"Dalle discussioni che abbiamo con le compagnie aeree, i loro rappresentanti stimano per questa estate, a luglio e agosto, che il traffico raggiungerà il 75% di quello che era nel 2019, ma non hanno ancora venduto i biglietti, è un'aspettativa della domanda . Quindi, le stime di traffico sono in aumento", ha precisato Peşteşan.

Le compagnie aeree hanno iniziato a riprendere i voli sulla maggior parte delle rotte esistenti nel 2019, ma con frequenze ridotte. Allo stesso tempo, nell'estate del 2021, RYANAIR, Wizz Air, Blue Air e molte altre compagnie hanno annunciato nuove rotte dalla Romania verso destinazioni di vacanza in Grecia, Turchia e persino Bulgaria.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.