Il Vaticano chiederà ai viaggiatori di presentare il certificato digitale COVID-19, dal 1 ottobre

0 110

Le autorità vaticane hanno annunciato che dal 1° ottobre tutti coloro che desiderano visitare il territorio devono presentare all'arrivo un certificato COVID-19.

Tale decisione è stata annunciata lunedì dalla Pontificia Commissione per lo Stato della Città del Vaticano e sarà attuata per fermare l'ulteriore diffusione del Coronavirus e dei suoi nuovi ceppi, in risposta a una precedente richiesta di Papa Francesco.

Secondo le autorità vaticane, l'ingresso sarà consentito solo alle persone che ottengono un Green Pass, un Green Pass europeo o un altro permesso verde COVID-19 che confermi che i turisti sono stati completamente vaccinati o guariti dalla malattia da Coronavirus.

Tuttavia, hanno affermato le autorità vaticane, anche i viaggiatori che risulteranno negativi al test del coronavirus potranno entrare nello Stato della Città del Vaticano.

Sulla base dei dati forniti dall'Organizzazione mondiale della sanità, il Vaticano ha riportato un totale di 27 casi di infezione da COVID-19 e nessun decesso è stato segnalato dall'inizio della pandemia, secondo i dati Reuters.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.