La Norvegia ha rimosso tutte le restrizioni di viaggio: nessun certificato, test o quarantena!

0 2.235

Dal 12 febbraio la Norvegia è il primo Paese europeo a rimuovere tutte le restrizioni di viaggio: senza certificato, test o quarantena!



L'ingresso in Norvegia è ora possibile alle stesse condizioni di prima della pandemia. I turisti avranno solo bisogno di un passaporto valido con visto se viaggiano da paesi terzi o di un documento d'identità valido se viaggiano dall'UE. I certificati di vaccinazione e i test per COVID-19 prima della partenza e all'arrivo sono stati cancellati. Inoltre, non è necessario compilare un questionario online prima di viaggiare.

Le autorità norvegesi hanno affermato che "la pandemia di coronavirus non rappresenta più una seria minaccia per la salute dei cittadini e il Paese può tornare alla normale vita quotidiana".

Tale decisione è stata confermata da un comunicato del ministero della Salute, in cui si sottolinea che solo gli adulti con sintomi dovranno essere sottoposti a test. Tuttavia, il Ministero ha annunciato che alcune regole sono mantenute per il territorio delle Svalbard.

Inoltre, i cittadini non sono più tenuti a mantenere la distanza di un metro. Secondo Reuters, gli adulti risultati positivi al Coronavirus non sono più tenuti a seguire le regole di autoisolamento. Tuttavia, si consiglia loro di rimanere a casa per quattro giorni.

Le recenti modifiche, secondo il Ministero della Salute, sono state apportate seguendo le raccomandazioni dell'Istituto nazionale di sanità pubblica e della Direzione norvegese della salute.

"Molti saranno infettati nelle prossime settimane e dobbiamo prepararci. Ma siamo in grado di far fronte alla crescente infezione. Anche se eliminiamo i requisiti normativi, è comunque importante seguire i suggerimenti generali per il controllo delle infezioni. Se c'è una cosa in cui siamo diventati tutti bravi con le pandemie, è il controllo delle infezioni. Dobbiamo andare avanti con il buon senso". , Ministro dei servizi sanitari e assistenziali, Ingvild Kjerkol.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.