Aereo in ritardo? Il volo è stato cancellato? >>Richiedi un risarcimento ora<< per il volo
ritardato o annullato! Puoi ottenere fino a 600€!

Qantas riprenderà i viaggi internazionali nell'ottobre 2021.

0 198

Dopo aver segnalato una perdita di 1.03 miliardi di dollari, Qantas Airways ha dichiarato che riprenderà i viaggi internazionali solo nell'ottobre 2021, non a luglio, come inizialmente previsto.

Il 25 febbraio 2021, il più grande vettore australiano ha annunciato di aver subito una perdita netta semestrale di $ 1.03 miliardi. Mentre molte rotte nazionali in Australia stanno riaprendo, la maggior parte dei voli internazionali viene cancellata o sospesa a causa di restrizioni.

Secondo il CEO Qantas, Alan Joyce, circa 7500 dipendenti della compagnia aerea rischiano di perdere il lavoro a causa delle perdite causate dalla pandemia COVID-19.

Qantas Airways ha dichiarato che riprenderà i viaggi internazionali nell'ottobre 2021, non a luglio, come inizialmente previsto.

Qantas mira a ripristinare il 60% della capacità domestica pre-COVID entro settembre e l'80% entro la fine del 2021. Le principali compagnie aeree australiane, Qantas, Virgin Australia e Rex Airlines, stanno attualmente combattendo per i clienti sulle rotte nazionali.

Per competere con altre compagnie aeree, Qantas ha abbassato i prezzi sulla rotta Sydney-Melbourne e ha introdotto una politica "Flexible Fly" che consente ai passeggeri di modificare la data del volo a tempo indeterminato fino a gennaio 2022.

All'inizio del 2020, ha annunciato il CEO di Qantas Alan Joyce prevede di imporre la vaccinazione obbligatoria per i passeggeri internazionali, una volta che il vaccino è ampiamente disponibile, dicendo che tali misurazioni sarebbero una necessità.

Qantas attualmente opera voli internazionali limitati, principalmente verso rimpatrio di cittadini australiani lasciato all'estero durante la pandemia COVID-19. Gli unici passeggeri autorizzati ad entrare in Australia sono quelli che sono stati in Nuova Zelanda per più di 14 giorni, secondo il Dipartimento della Salute australiano.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.