RYANAIR e WIZZ Air stanno sfidando gli aiuti governativi alle compagnie aeree carenti

0 362

A partire da marzo 2020, la pandemia COVID-19 ha fatto atterrare migliaia di aerei e ha gravemente colpito l'aviazione e il turismo. Possiamo dire che ha preso la gamba sbagliata di decine di compagnie aeree, che stavano affrontando problemi finanziari prima della grande crisi generata dal nuovo coronavirus. Inevitabilmente, alcune compagnie aeree hanno cessato le operazioni durante la pandemia, altre hanno chiesto il sostegno del governo per superare questa crisi.

La IATA, le agenzie di viaggio e le compagnie aeree hanno esercitato pressioni sui governi mondiali affinché supportassero le due industrie con aiuti governativi per superare questo periodo difficile. Anche in Romania sono stati approvati aiuti di Stato e garanzie statali per TAROM e Blue Air. Ovviamente, sono stati offerti sulla base di clausole che le compagnie aeree si sono impegnate a rispettare per diventare redditizie e per poter restituire l'aiuto finanziario, se del caso,

In tutta questa follia, ci sono due compagnie aeree che sono riuscite a sopravvivere sulla base delle riserve finanziarie e qui si parla di RYANAIR e Wizz Air. Alla fine di marzo 2020, Wizz Air aveva un'impressionante quantità di denaro di 1.5 miliardi di euro.

Wizz Air contesta gli aiuti di Stato offerti a Blue Air e TAROM

Ryanair, la più grande compagnia aerea low cost in Europa, ha avviato il procedimento per annullare gli aiuti di Stato di 16 compagnie europee, e il 19 maggio ha registrato le sue prime vittorie. Il Tribunale di primo grado dell'Unione europea ha accolto due dei ricorsi di annullamento, quelli per aiuti concessi alla TAP Portugal e alla KLM. Queste sono le prime decisioni che creano un precedente. Questo dopo che la Corte dell'UE ha respinto i ricorsi di Ryanair contro SAS, Finnair e Air France all'inizio di quest'anno.

Ryanair afferma che più di 30 miliardi di euro sono stati concessi sotto forma di aiuti di Stato alle aziende dell'UE e che ciò distorcerà il mercato nei prossimi dieci anni, secondo la sentenza del tribunale dell'UE.

A sua volta, l'operatore aereo Wizz Air contesta gli aiuti di Stato ricevuti da TAROM e Blue Air. WizzAir ha presentato la sua opposizione all'aiuto di Stato ricevuto da TAROM a gennaio e un mese fa ha fatto lo stesso nel caso di Blue Air.

Le due compagnie menzionano anche nei loro appelli che molte compagnie aeree volano in perdita da molti anni, accusando la cattiva gestione. Gli aiuti di Stato non fanno che prolungare l'agonia di queste società e "rovinare" il mercato. Si tratta di concorrenza sleale da parte di aziende che sono riuscite a svolgere senza il supporto delle autorità.

Resta da vedere cosa accadrà in questa situazione, poiché nel caso di TAP Air Portugal e KLM esiste già un precedente per l'annullamento degli aiuti.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.