Il turismo domestico in Italia si è ripreso nonostante la pandemia di COVID-19

0 194

Il turismo italiano ha raggiunto il massimo storico a luglio e agosto dall'inizio della pandemia, ha rivelato la Confederazione italiana del commercio dell'artigianato e delle piccole e medie imprese (NAC). Tale aumento della domanda di viaggio è stato attribuito all'attuazione del certificato verde.



Secondo un comunicato diffuso dal NAC, nei mesi di luglio e agosto 2021, circa 23 milioni di cittadini italiani hanno deciso di trascorrere le vacanze estive nel Paese, alzando il tasso di prenotazione. Il numero di persone che hanno trascorso le vacanze nel Paese quest'estate è stato di 6 milioni in più rispetto al numero totale dei viaggiatori nel 2020. Per quanto riguarda il periodo pre-pandemia, nel 2019, il numero di coloro che hanno trascorso le vacanze in Italia è stato di 18 milioni .

Per quanto riguarda le strutture ricettive in Italia, gli hotel tradizionali sono stati particolarmente preferiti dai turisti italiani nei mesi di luglio e agosto, con 15 milioni di arrivi. Per quanto riguarda le altre strutture ricettive, compresi i campeggi, hanno registrato solo 8 milioni di arrivi. Sulla base di questi dati, nonostante le grandi città italiane continuino a essere gravemente colpite dalla pandemia, le località balneari hanno visto la maggiore ripresa del settore turistico.

Certificato verde ha svolto un ruolo cruciale nel settore del turismo e dei viaggi.

Dal 1 settembre Certificato digitale UE COVID-19 (riconosciuto anche come permesso verde o Green Pass) diventa obbligatorio in università, hotel, bar e ristoranti, palestre, piscine, stadi, cinema, teatri, concerti, treni, aerei e navi.

Dal 6 agosto il certificato è obbligatorio in Italia per tutte le persone di età superiore ai 12 anni, compresi i turisti internazionali. Il Certificato Verde Italiano, che è un'estensione del certificato digitale UE COVID-19, viene rilasciato a tutte le persone che sono state vaccinate con uno dei vaccini riconosciuti in Italia, nonché a coloro che sono guariti dalla malattia.

Sulla base del rapporto CNA, certificato verde ha svolto un ruolo cruciale nel settore del turismo e dei viaggi domestici, con il certificato COVID-19 che consente a chi è in possesso di uno dei documenti necessari di viaggiare liberamente senza essere soggetto a rigide restrizioni.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.