Introdotta la tassa instagram per chi vuole vedere il lago Kauma in Svizzera

0 181

Le acque turchesi del lago di montagna svizzero Kauma (Cauma / Caumasee) attirano ogni anno decine di migliaia di turisti. Con l'avvento dei social network, la popolarità di questo luogo, situato a un'altitudine di 1.000 metri, vicino al pittoresco villaggio alpino di Flims, è aumentata notevolmente. Migliaia di turisti, tra cui molti Instagrammer, hanno visitato questo luogo per scattare foto con uno splendido paesaggio sullo sfondo.

Le autorità del cantone dei Grigioni hanno deciso di ridurre ulteriormente il numero di turisti e hanno introdotto una tassa di soggiorno. È anche conosciuta come la tassa di Instagram perché la maggior parte di coloro che visitano il lago Kauma non possono resistere a scattare una foto in questo posto meraviglioso.

La commissione è di 19 franchi svizzeri, che non è esattamente una piccola quantità, che ha anche suscitato un'ondata di critiche da parte di molti netizen. Alcuni volevano andare a fare il bagno, altri a visitare, ma pochissimi sono disposti a pagare.

Secondo le autorità, ogni giorno solo 1700 persone possono acquistare il biglietto e godersi la bellezza del paesaggio locale. I rappresentanti del governo hanno risposto all'ondata di critiche sui social media:

«Non vogliamo escludere i turisti in visita, ma intendiamo limitarne il numero affinché il lago Kauma sia ammirato in primis da chi ha fatto della tradizione di visitare questi luoghi», spiega Guido Casti, capo dell'assessorato al turismo di Flim.

Inoltre, le autorità si scusano, rilevando che è una pratica comune in Europa che le attrazioni turistiche naturali abbiano un biglietto d'ingresso. Cosa ne pensi? Le attrazioni naturali dovrebbero avere un biglietto d'ingresso? 🙂

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.