L'Austria richiede test PCR per coloro che viaggiano da Spagna, Paesi Bassi e Cipro

0 256

I viaggiatori di ritorno da Spagna, Paesi Bassi e Cipro dovranno essere testati per entrare in Austria, ha annunciato il ministro della Salute austriaco, Wolfgang Mückstein. Attualmente, le persone completamente vaccinate e coloro che sono guariti dal virus possono entrare nel Paese senza restrizioni, ma il governo è preoccupato per l'aumento dei tassi di infezione nel Paese a causa dei viaggi.

Coloro che arrivano da Spagna, Paesi Bassi e Cipro, cittadini austriaci o meno, devono sottoporsi a un test PCR negativo all'ingresso nel paese. Se i passeggeri non sono in grado di fornire tale prova, possono essere testati gratuitamente in aeroporto. Nel frattempo, non è richiesto alcun periodo di quarantena, a meno che il test effettuato in aeroporto non sia positivo. Ma chi si rifiuta di sottoporsi al test rischia una multa fino a 1.450 euro.

L'Austria richiede test PCR per coloro che viaggiano da Spagna, Paesi Bassi e Cipro. La decisione non ha ancora una data di entrata in vigore.

L'Agenzia austriaca per la salute e la sicurezza alimentare (AGES) ha recentemente rivelato che questo aumento del 31.1% dei casi di COVID-19 rilevati tra il 5 e l'11 luglio è correlato alle attività di viaggio. D'altra parte, i dati dal 28 giugno al 4 luglio indicano che il numero di casi di viaggio ha rappresentato il 25.3% del numero totale in quella settimana.

L'agenzia ha anche rivelato che i tassi più bassi di infezioni domestiche rappresentavano il 66.4% dei casi positivi alla fine di maggio, mentre nell'ultima settimana, il 33.4% dei nuovi casi segnalati era correlato a infezioni domestiche.

L'Organizzazione mondiale della sanità (OMS) rivela che in Austria sono stati segnalati 24 casi positivi nelle ultime 323 ore, ma non sono stati segnalati decessi correlati al coronavirus. A gennaio 2020, il paese aveva 10.524 decessi causati da COVID-19 e 651.873 persone sono risultate positive. È stato anche riferito che 3 milioni di cittadini austriaci sono stati completamente vaccinati contro COVID-72, rappresentando il 19% della popolazione, e circa il 42.1% della popolazione ha ricevuto una dose di vaccino.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.