La Romania ha aggiornato la lista del rischio epidemiologico (9 settembre): la Bulgaria entra nella lista rossa; Croazia, Portogallo, Germania, Libano, Tunisia si colorano di giallo!

0 5.814

Il Comitato Nazionale per le Situazioni di Emergenza ha adottato nella seduta odierna, 9 settembre 2021, la Delibera CNSU numero 68 per l'aggiornamento dell'elenco dei Paesi/territori ad alto rischio epidemiologico.



L'elenco entra in vigore a partire dal 12.09.2021, alle ore 00:00.

I cambiamenti:

✔ in zona rossa è entrata: Bulgaria.
✔ nella zona gialla inserito:
🔹 dalla zona rossa, a seguito della diminuzione di incidenza: Portogallo, Tunisia, Libano, Libia.
🔹dalla zona verde, a seguito dell'aumento dell'incidenza: Germania, Croazia.
✔ entrato nella zona verde: Gibilterra, Emirati Arabi Uniti.

Misure restrittive a seguito del viaggio in Romania, a seconda della zona di partenza!

  • Se viaggi nella zona rossa (ex Bulgaria, Grecia, Gran Bretagna, ecc.) in Romania, rimarrai in quarantena per 14 giorni, avendo la possibilità di abbreviare la quarantena se fai il test all'8° giorno. Il test PCR fatto prima del viaggio non ti aiuta a evitare la quarantena all'ingresso in Romania. Tuttavia, se sei vaccinato puoi essere esentato dalla quarantena.
  • Se viaggi nella zona gialla (es. Portogallo, Germania, Croazia, ecc.) in Romania, è necessario presentare al vettore la prova di aver eseguito un test PCR, con esito negativo, eseguito al massimo 72 ore prima dell'imbarco, per evitare la quarantena. Se sei vaccinato, i test e la quarantena non sono più necessari.
  • Puoi viaggiare nel verde (es. Italia, Malta, ecc.) in Romania senza restrizioni e senza test, quindi non è necessario presentare alcun documento (a parte il viaggio) prima dell'imbarco.

I bambini di età inferiore a 6 anni non devono essere sottoposti a test per la PCR se tornano da una zona gialla o rossa!closevolume_off

Passeggeri con certificato digitale europeo COVID Non passo più attraverso il controllo DSP dall'aeroporto Henri Coandă - Otopeni!

Il certificato digitale UE COVID-19 sarà l'unica prova di vaccinazione/test riconosciuti al valico di frontiera, dal 13 agosto.

La classificazione dei paesi / territori a rischio epidemiologico, in base al tasso di incidenza cumulativo a 14 giorni, viene eseguita in 3 categorie come segue:

  1. Zona verde - dove il tasso di incidenza cumulativo dei nuovi casi di malattia negli ultimi 14 giorni per 1.000 abitanti è inferiore o uguale a 1,5;
  2. Zona gialla - dove il tasso di incidenza cumulativo dei nuovi casi di malattia negli ultimi 14 giorni per 1.000 abitanti è compreso tra 1,5 e 3 per 1.000 abitanti;
  3. Zona rossa - dove il tasso di incidenza cumulativo dei nuovi casi di malattia negli ultimi 14 giorni su 1.000 abitanti è maggiore o uguale a 3 per 1000 abitanti.
Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.